you reporter

Associazioni

Ascom, lo scandalo dei lavoratori

dipendenti prima licenziati, poi riassunti con contratti da superprecari. Ma i vertici di Confcommercio fanno solo promesse e si rimpallano le colpe.

Ascom, lo scandalo dei lavoratori

"Vuoi lavorare? Allora firma questo contratto”... E’ più o meno questa la proposta che si sono visti fare i pochi dipendenti di Confcommercio, prima licenziati, sacrificati al disastro di Ascom Rovigo, con la speranza di essere riassunti. E poi inquadrati, ma solo cinque di loro, con contratti atipici, senza garanzie e senza certezze. 

Ed ha un bel dire, Riccardo Ferraresi che “entro breve i contratti saranno tutti in regola e a tempo indeterminato”. Intanto i lavoratori di Confcommercio si ritrovano ad essere dei superprecari. Ma qualuno verifica quello che è successo?

Nessuno, per ora, si è occupato di loro, anche perché hanno firmato volontariamente il proprio contratto. Una sorta di prendere o lasciare. Nel giro di pochi mesi si sono ritrovati licenziati da un impiego stabile, sacrificati sull’altare del disastro finanziario di Ascom Confcommercio Rovigo, e poi riassunti, ma da precari.

Riccardo Ferraresi è il coordinatore del gruppo di lavoro che vuole rimettere in piedi l’associazione dei commercianti. E scarica il barile della colpa su chi ha guidato l’associazione negli anni scorsi.

Per ora Confcommercio Rovigo sta andando avanti con i fondi di Confcommercio Venezia. Senza le basi della consorella lagunare, infatti, l’associazione rodigina non starebbe in piedi. In pratica adesso sta camminando con i piedi degli altri, quindi con i fondi degli altri.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl