you reporter

Lavoro

Cna: fine dei giochi, a casa in 13

I dipendenti accettano l'accordo: i licenziamenti sono diminuiti di qualche unità. Previsti incentivi all’esodo e fondi per il reinserimento.

Cna: fine dei giochi, a casa in 13

Licenziamenti confermati alla Cna. Stop alla trattativa e addio a 13 posti di lavoro. Si è conclusa con un accordo amaro la battaglia sulla procedura di licenziamento iniziata dalla Cna di Rovigo.

Una battaglia che i sindacati hanno combattuto fino al vertice in Regione di venerdì scorso. Sono stati gli stessi dipendenti di Cna, riuniti in assemblea, a decidere di accettare l’accordo che prevede una minima riduzione dei tagli e l’incentivo all’esodo per chi sceglie di lasciare volontariamente il posto.

“Non nascondiamo l’amarezza - dicono Diego Marcomini, della Fisascat Cisl e Franca Beggiao, della Filcams Cgil - di un accordo che non fa rientrare la decisione di Cna di licenziare parte del personale”.

Ai sindacati ora non resta che sperare in un decreto della giunta regionale, annunciato in Regione, che metterà a disposizione risorse con l’obiettivo del reimpiego. 

Il servizio completo e tutti i dettagli sulla Voce in edicola lunedì 23 aprile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl