you reporter

Il caso

Getta il cane dall'auto in corsa, poi lo fa sopprimere: a processo

Oltre ad un cacciatore di 89 anni, nei guai anche il veterinario che ha eseguito l'iniezione all'animale.

Getta il cane dall'auto in corsa, poi lo fa sopprimere: a processo

Era il 5 febbraio del 2015 quando gettò dal finestrino della sua auto in corsa il proprio cane da caccia. Salvato da una passante, lungo la Transpolesana, il cane venne portato al Canile comunale di Fenil del Turco dove gli operatori, attraverso il microchip, lo restituirono al legittimo proprietario.

L’uomo, un 87enne all’epoca dei fatti di Ceregnano, pensò bene di farlo sopprimere, portandolo da un veterinario con ambulatorio a Villadose. Entrambi, l’89enne G. C, e il veterinario 58enne D. C, sono stati rinviati a giudizio per abbandono e uccisione di animale in concorso, e stamattina dovranno comparire davanti al giudice nel processo che si è aprirà nel tribunale di Rovigo.

Rischiano una pena da 4 mesi a 2 anni aumentata di un terzo poiché in concorso e una sanzione pecuniaria da mille a 10mila euro, anche questa con un terzo di aumento.

Il servizio completo sulla Voce in edicola lunedì 23 aprile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl