you reporter

Rovigo

Strisce fantasma: adesso basta

Raccolta firme per chiedere la sistemazione dell’attraversamento pedonale. Due mesi fa venne investito un ragazzino, eppure le “zebre” risultano ancora invisibili.

Strisce fantasma: adesso basta

Lì, a metà febbraio, un ragazzino di 14 anni è stato falciato da un’auto, mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali, e ha lottato per giorni tra la vita e la morte. Eppure, ad oltre due mesi di distanza, quell’attraversamento pedonale non è migliorato: è ancora com’era, in quella maledetta sera del 9 febbraio. Ovvero, invisibile.

Siamo in viale Tre Martiri, la strada che dal centro città porta verso l’ospedale. Tutt’altro che periferia: qui c’è la questura, c’è lo stadio, ci sono i campi di calcetto e da tennis. E’ una zona, insomma, estremamente frequentata. Dove passano ogni giorno migliaia di persone: in auto, certo, ma anche in bici e a piedi.

Ma le “zebre”, proprio davanti alla nuova questura, praticamente non si vedono. E anche il cartello stradale che le dovrebbe segnalare (il classico palo con il quadrato blu, e il segnale dell’attraversamento pedonale) è da mesi abbattuto e lasciato lì, disteso a terra, come se non servisse a nulla.

Una situazione non più tollerabile. E dopo le proteste dei residenti, ora arriva anche una petizione: una raccolta firme promossa dalla Fiab, l’associazione degli Amici della Bici, che nei giorni scorsi proprio in piazzale d’Armi ha dato vita ad un gazebo per raccogliere sottoscrizioni in calce al documento che sarà poi consegnato in municipio.

Nel testo, si chiede infatti che l’amministrazione intervenga con una soluzione per mettere in sicurezza quell’attraversamento pedonale. Soluzioni che - dicono dalla Fiab - “sono fattibili e sono già state formulate dalla nostra associazione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl