you reporter

Adria

Beltrame a un passo dall’investitura

Beltrame a un passo dall’investitura. Sul nome dell’avvocato intesa tra Lega e Forza Italia insieme a una civica. Resta fuori chi ha avuto un ruolo decisivo nella caduta di Bobo. Barbierato cala il tridente.

Beltrame a un passo dall’investitura

Ormai manca solo l’annuncio che potrebbe arrivare a ore: Emanuela Beltrame sarà la candidata del centrodestra, sia pure di una coalizione azzoppata senza Bobosindaco, né Fratelli d’Italia. La 54enne avvocato, membro del cda della Casa di riposo, correrà sotto le insegne della Lega con il sostegno di Forza Italia e di una lista civica, quasi sicuramente ForzaAdria, formata da esponenti azzurri non allineati all’ex vicesindaco. Tuttavia da tale lista rimarranno fuori coloro che direttamente o indirettamente, ma con un ruolo in prima persona, hanno portato alla caduta di Bobo: quindi niente Enrico Pivaro, Barnaba Busatto e Luca Cantarutti, i tre consiglieri di maggioranza che hanno firmato le dimissioni, sempreché questi siano interessati a candidarsi. Porte chiuse anche per Sandra Passadore, che avrebbe svolto un ruolo di regista nella manovra che ha portato alla crisi. Questa è la condizione sine qua non posta da Forza Italia per restare nell’alleanza, riserve accolte dal Carroccio senza particolari obiezioni riconoscendo l’inopportunità di avere in squadra chi ha portato alla crisi.

Furlanetto va avanti Salvo sorprese dell’ultimo minuto, sempre possibili in queste situazioni, ma altamente improbabili in questo contesto, Giorgia Furlanetto non avrà l’investitura del centrodestra, ma non ha alcuna intenzione di tirarsi indietro ed è pronta alla sua corsa: domani mattina alle 11 sarà inaugurata la sede elettorale, in pieno centro, in corso angolo con piazzetta San Nicola. Il quartier generale è già tappezzato di manifesti con il volto dell’ex assessore all’ambiente in primo piano, il logo di Fratelli d’Italia e la scritta: “Giorgia Furlanetto sindaco”. A questo punto sarà una salita molto aspra per Furlanetto approdare al ballottaggio, ma chi la conosce bene sa che in queste situazioni sa dare il meglio di sé e saprà tirar fuori gli artigli della leonessa. Oltretutto la campagna elettorale presenta tanti elementi di novità e le sorprese certamente non mancheranno. E qualora dovesse andare al ballottaggio la candidata della Lega, non sarà facile mettere al stesso tavolo Emanuela e Giorgia per trovare un’intesa. Ma ci sarà tempo per queste cose.

Il trio Bobo-Cavallari-Pd Le prossime ore saranno decisive anche per le sorti della Bobosindaco. L’ex sindaco ha atteso fino all’ultimo un segnale dal Carroccio per una candidatura condivisibile e per rimettere insieme i cocci del centrodestra. La scelta di un membro del cda della Casa di riposo, più volte sfiduciata dalla Lega stessa e dal consiglio comunale, è apparsa una provocazione. Se alla fine Forza Italia ha accettato, per Bobo&C si è trattato di un boccone troppo indigesto e adesso diventa senza ritorno la strada che porta all’abbraccio con il Pd con il portabandiera Lamberto Cavallari. Resta da decidere se correre con il logo Bobosindaco o approdare direttamente nella civica che si sta formando a immagine e somiglianza dell’ex presidente della Croce verde.

Il tridente di Barbierato Chi ormai è in corsa da tempo è il movimento civico guidato da Omar Barbierato più che mai deciso e convito di conquistare Palazzo Tassoni. E questa sera cala il tridente con la presentazione della lista AdriaCivica che va ad aggiungersi a Impegno per il bene comune e SiamoAdria.

Il servizio sulla Voce del 27 aprile

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl