you reporter

Lendinara

Lingue straniere, scuola all’avanguardia

Lingue straniere, scuola di Lendinara all’avanguardia. Le medie sede per la certificazione europea in inglese. E francese potenziato con uno spettacolo madrelingua.

Lingue straniere, scuola all’avanguardia

Gli alunni della scuola media Mario di Lendinara si preparano al meglio in materia di lingue. La scuola secondaria di primo grado lendinarese, infatti, è da poco diventata ufficialmente Centro Esami Trinity, cioè sede deputata a sostenere gli esami di certificazione europea per la lingua inglese. Ma le competenze comunicative in lingua straniera sono considerate così importanti che si è pensato di non tralasciare anche la seconda lingua: il francese. Per questo, gli alunni sono stati coinvolti da esperti attori madrelingua che hanno intrattenuto le classi terze per verificare la loro competenza nella lingua francese.

La rappresentazione, dal titolo “Dumas”, è stata realizzata dalla compagnia Smile di Modena con lo scopo di promuovere la lingua e la cultura francese nelle scuole italiane. Questo progetto, proposto dall’insegnante di francese Paola Bellettato, è stato accolto con entusiasmo dagli alunni che in questi ultimi due mesi si sono preparati ad interagire e a partecipare in modo attivo alla pièce, che narra in modo divertente e rocambolesco le peripezie dei personaggi dei romanzi di Dumas: Il Tulipano Nero, Il Conte di Montecristo, I Tre Moschettieri e La Regina Margot.

“Questa importante iniziativa - ha commentato Francesca Zeggio, assessore alla pubblica istruzione - ha rappresentato un’occasione preziosa per accrescere la motivazione all'apprendimento del francese come seconda lingua potenziando l’abilità linguistica e comunicativa dei ragazzi”. Proprio l’assessore Zeggio è intervenuta prima della performance portando il saluto del sindaco e dell’amministrazione comunale a studenti, professori e attori. In particolare, incoraggiando gli alunni prossimi agli esami di stato, ha precisato: “Sono certa e orgogliosa della preparazione degli alunni che escono dalla nostra scuola, i quali hanno sempre trovato un riscontro positivo nel prosieguo degli studi a qualsiasi indirizzo di scuola secondaria di primo grado della provincia”.

Continua in questo modo il proficuo rapporto di collaborazione che si è instaurato, in particolare in questi ultimi anni, tra l’Istituto comprensivo di Lendinara e l’amministrazione comunale, pur ciascuno con le proprie prerogative. Proprio in questi giorni è in corso il progetto, che coinvolge le classi terza A e C dell’Istituto, nel laboratorio di arte contemporanea con il giovane artista emiliano Riccardo Buonafede, che sta decorando con un murale, aiutato dai ragazzi, la cabina di E-distribuzione davanti all’ex ospedale in via Perolari. Il progetto fa parte di una serie di tre laboratori didattici che coinvolgono complessivamente trenta scuole del territorio, reso possibile grazie al bando Attivamente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e sostenuto da Voci per la libertà e DeltArte, con il supporto dell’amministrazione comunale e di E-distribuzione (ex Enel).

Il servizio sulla Voce del 30 aprile

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl