you reporter

L'intervista

Movida: regole sì, ma divieti mai. Lasciamo che i giovani si divertano in piazza

Andrea Bimbatti, neo vicesindaco, non ha dubbi : sulle politiche per i giovani e gli eventi va bene la sicurezza, ma poi bisogna lasciar fare... Insomma, il cambio di rotta è evidente.

Movida: regole sì, ma divieti mai. Lasciamo che i giovani si divertano in piazza

“C’è la possibilità di riportare i giovani in città, visto che le discoteche sono in gran parte tramontate. Bene. Penso che una volta stabilite alcune regole il comune debba intervenire il meno possibile e debba lasciare ai privati la libertà di fare. E’ vero, le regole sulla sicurezza sono più restrittive, ma non possiamo lamentarci poi se i giovani scappano dalle piazze...”.

Il giorno dopo il ritorno a Palazzo Nodari, il neo vicesindaco Andrea Bimbatti parla a ruota libera. E non si tira indietro anche di fronte ai temi caldi degli ultimi mesi. La movida, ad esempio.

E la risposta è in decisa controtendenza rispetto all’oscurantismo degli ultimi mesi: una volta stabilite le regole bisogna lasciare gli imprenditori liberi di fare. Che è poi quello che chiedono.

I due anni trascorsi ad osservare il palazzo da fuori hanno cambiato Bimbatti: meno politico, forse. Più deciso, di certo. Come quando si rivolge ai dirigenti comunali: “A volte i dirigenti, non tutti ma alcuni sì, hanno posto ostacoli. Chiedo prima di tutto a loro più elasticità”. E poi l’ultima grana: il Rovigo calcio. “Ho sentito di imprenditori che vorrebbero farsi avanti. Non cerchiamo avventurieri, ma persone in grado di sostenere un’operazione vera, reale, efficace, nel rispetto dei tifosi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl