you reporter

Eventi

Nel Far West delle regole si muore

Un esempio? Il pellegrinaggio per l’autorizzazione ai dehors tra polizia locale e Suap. Ceccato (Confesercenti): “Spesso facciamo da collante. Ma manca una regia che ci veda lungo”

Ci sono riusciti: movida silenziata

Gli esempi di come non deve andare sono innumerevoli. Ma ne facciamo uno per tutti, raccontato dalla nota titolare di un locale. Per avere l’ok al suo dehors (lo stesso da anni), ha fatto la spola dalla polizia locale al Suap, con rimpalli estenuanti, finché esasperata non ha puntato i piedi. Nel Far West delle regole, la movida e il commercio muoiono.

Lo ha da poso dichiarato il vicesindaco Andrea Bimbatti e lo ribadisce anche Vittorio Ceccato di Confesercenti: “Manca una regia lungimirante a Rovigo”.

Nel frattempo qualche esercente lascia che la burocrazia sia appannaggio dell’associazione a cui si affida, pagando, qualcun altro ha tempra e stomaco duro. Qualcun altro molla il colpo e fa il minimo indispensabile. Ma così - parliamoci chiaro - non si va da nessuna parte. “Meno burocrazia e più libertà agli imprenditori”, una dichiarazione d’intenti che fa ben sperare nel ritorno di Andrea Bimbatti a Palazzo Nodari.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl