you reporter

Ambiente

Fabbriche di zanzare: arrivano le maximulte

Ordinanza del sindaco: sanzioni fino a 500 euro per chi non tiene puliti i giardini. Dodici punti da rispettare per evitare la proliferazione dell’insetto, pericoloso per la salute.

Fabbriche di zanzare: arrivano le maximulte

Inizia la guerra antizanzare. Il sindaco, infatti, si appresta a firmare l’ordinanza con cui si obbligano tutti i cittadini a tenere pulite le aree di propria proprietà o pertinenza, per evitare la proliferazione delle zanzare, sia quelle tigre che quelle comuni. Per chi sgarra, possibili multe fino a 500 euro.

Ecco dunque i 12 punti dell’ordinanza di Bergamin, che ricalcano sostanzialmente le linee guida dei documenti già in vigore le scorse estati.

I rodigini, insomma, anche quest’estate sono chiamati ad evitare l’abbandono di contenitori e a svuotare l’acqua in essi contenuta; trattare l’acqua presente in tombini e griglie di scarico con appositi prodotti larvicidi; tenere sgomberi i cortili da sterpi ed erbacce; tagliare periodicamente l’erba; svuotare le piscine non in esercizio, le fontane e tutti gli avvallamenti del terreno che possano raccogliere acqua piovana; svuotare di volta in volta pompe e contenitori per l’annaffiamento di orti e giardini; sistemare contenitori e materiali in modo che non si formino raccolte d’acqua in caso di pioggia: chiudere con coperchi eventuali serbatoi: coprire con teli eventuali materiali che possano raccogliere la pioggia; e stoccare i copertoni al coperto.

Dodici semplici punti che servono ad evitare la proliferazione delle temute zanzare, ormai - con i primi caldi - pronti a lanciare i propri attacchi in tutta la città. Un problema non solo di semplice fastidio, ma anche e soprattutto sanitario.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl