you reporter

Gli eventi

Bolidi e Giro: settimana di passioni

Mercoledì la MilleMiglia sull’Eridania, venerdì il Giro d’Italia sulla Statale 16. Strade chiuse e traffico dirottato: previsti disagi e rallentamenti. Ecco dettagli e orari.

Bolidi e Giro: settimana di passioni

Una settimana di passioni sulle strade del Polesine. Passione sportiva, per chi è innamorato della bicicletta o delle auto d’epoca. Ma passione vera per gli automobilisti, con molte strade che subiranno chiusure e cambi di viabilità. In vista, insomma, ci sono code e rallentamenti. Che interesseranno, principalmente, due strade della nostra provincia: l’Eridania occidentale, lungo l’asse Regionale 482-Regionale 6, e la Statale 16.

Sì, perché, domani la nostra provincia sarà attraversata, da ovest a est, dai bolidi della MilleMiglia, la gloriosa corsa di regolarità riservata alle auto d’epoca. Mentre venerdì il Polesine sarà solcato, da sud verso nord, dalla carovana rosa del Giro d’Italia.

Ma andiamo con ordine. Si inizia, come detto, con la MilleMiglia, che proprio domani vivrà la sua tappa di partenza, che porterà i bolidi da Brescia a Cervia. Passando per il Polesine: l’ingresso nella nostra provincia è fissato nel territorio del comune di Melara, quindi sulla Regionale 482 attraverso i territori comunali di Bergantino, Castelnovo Bariano, Castelmassa, Calto, Salara, Ficarolo e Gaiba.

Qui lasceranno la Regionale 6, per percorrere la strada arginale del Po, mentre le vetture di servizio e quelle degli eventi collaterali (come le Ferrari, che tradizionalmente precedono in parata le auto storiche) proseguiranno sull’Eridania. Dunque, doppio attraversamento (sull’argine e in pianura) per Gaiba, Stienta e Occhiobello, con i due percorsi che si ricompatteranno sul ponte del Po, che sarà attraversato in direzione Ferrara. In tutto, la corsa coinvolgerà 44 chilometri di strade polesane.

Il passaggio dei bolidi sarà spalmato in tutta le seconda metà del pomeriggio e - presumibilmente - fino a tarda sera. A parte l’arginale, l’Eridania non sarà comunque chiusa al traffico: bisognerà soltanto prestare attenzione al passaggio delle auto impegnate nella corsa. Le auto d’epoca partiranno da Brescia scaglionate, dalle 14.30 alle 17: la prima è attesa a Milano Marittima cinque minuti prima delle 22. Di conseguenza, l’ultima dovrebbe arrivare 2 ore e mezza dopo.

Più precisa, invece, l’indicazione relativa al passaggio del Giro d’Italia in Polesine. La 13esima tappa della corsa rosa, edizione 101, prenderà le mosse da Ferrara, venerdì, alle 12.50 in punto, e scavallerà il ponte sul Po alle 13.05. I ciclisti percorreranno la Statale 16 attraversando dunque i territori di Occhiobello, Canaro, Polesella, Bosaro, Arquà e Rovigo, dove percorrerà la tangenziale.

All’altezza della rotonda di viale Tre Martiri, tra le 13.43 e le 13.47, la corsa svolterà a destra, abbandonando la Statale 16 per imboccare poi via dei Mille. La corsa attraverserà Sarzano e Mardimago per raggiungere San Martino e scavallare il ponte sull’Adige (direzione: Nervesa della Battaglia, Treviso, dopo 180 chilometri di gara) tra le 13.56 e le 14.01.

Le strade interessate dalla corsa (Statale, viale Tre Martiri, via dei Mille e la Provinciale 3 in territorio di San Martino), per un totale di 39 chilometri e 200 metri, saranno chiuse almeno un’ora e mezza prima del passaggio previsto della corsa, per riaprire soltanto un quarto d’ora dopo il transito dell’ultimo corridore.

In pratica, la Statale, compreso il ponte sul Po tra Pontelagoscuro e Santa Maria, sarà interdetta al traffico dalle 11.30 alle 14, circa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl