you reporter

Loreo

Lavoro e integrazione: il progetto

Lavoro e integrazione a Loreo: il progetto. Alcuni giovani richiedenti asilo saranno impiegati in attività utili per il territorio comunale. Il tutto grazie alla collaborazione tra Legambiente, amministrazione e Cooperativa Edeco.

Lavoro e integrazione: il progetto

Al via il progetto reso realtà tramite la collaborazione tra Legambiente, amministrazione comunale di Loreo e Cooperativa Sociale Edeco. Il vicesindaco Andrea Galdiolo, circa due anni fa, ha condiviso la volontà di far lavorare alcuni ragazzi richiedenti asilo in attività che potessero essere di ausilio al comune e, nel frattempo, potessero incentivare veramente l’integrazione di culture diverse che si sono trovate a convivere nel territorio.

Si è pensato quindi di far intervenire Legambiente, nella figura di Simone Zanini, per definire un protocollo d’azione che avesse come obiettivo primario il decoro urbano, la pulizia e la sistemazione soprattutto di alcune aree in cui l’abbandono dei rifiuti era purtroppo pratica ormai consolidata.

“L’intento è da subito stato quello di far lavorare insieme i nostri volontari con una squadra di 7 ragazzi che si turnano e che provengono dal centro accoglienza di Retinella - spiega Zanini - il lavoro condiviso, insieme ai momenti di pausa è l’unico mezzo per poter attuare realmente il concetto tanto discusso di integrazione. Noi abbiamo accettato con entusiasmo di partecipare a questo progetto soprattutto per integrare le nozioni tecniche con quelle di sensibilizzazione ed educazione all’ambiente che ci stanno a cuore e che, a guardare la quantità e la tipologia dei rifiuti trovati, nemmeno i nostri cittadini hanno”.

Andrea Galdiolo, vicesindaco di Loreo, che ha fortemente voluto questa sinergia si ritiene estremamente soddisfatto del risultato: “Non volevamo che questi ragazzi fossero semplicemente mani che lavorano, ma che potessero interagire con noi e con i volontari di Legambiente per poter assorbire i nostri usi e costumi, spiegare i loro e capire cosa vuol dire prendersi cura del proprio territorio attraverso semplici regole di convivenza sana che, purtroppo in primis, non vengono rispettate da chi in questi luoghi è nato”.

Spiega ancora Galdiolo: “Lavorando insieme i muri cadono automaticamente e si instaura un clima di scambio e di interazione.”

Il progetto con Legambiente ha fatto da apripista per altri momenti di condivisione con le associazioni del paese: le attività culturali, infatti, potrebbero presto essere arricchite da questa sinergia di cui la cooperativa Edeco è estremamente felice: “Lavorare con le associazioni è importante: aumenta il senso di appartenenza ad un nuovo gruppo, implementa le capacità linguistiche e relazionali dei ragazzi”, spiega Ettore Carfagna di Edeco.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl