you reporter

OCCHIOBELLO

I servizi per “bypassare” il ponte

Oggi i sindaci Chiarioni e Tagliani (Ferrara) illustreranno i dettagli

I servizi per “bypassare” il ponte

La chiusura del ponte sul Po, prima a sensi unici alternati (dal 28 maggio per l’allestimento del cantiere) e poi totale (dall’11 giugno dopo la chiusura delle scuole), tiene ancora con il fiato sospeso i cittadini polesani e ferraresi e le amministrazioni locali.

Traghetto, treni e telepass: ecco i prossimi servizi per i cittadini, che promette l’amministrazione di Occhiobello con quella di Ferrara, per “superare” il periodo dei lavori sul ponte che dovrebbero durare quattro mesi.

L’ultimo tassello di un quadro piuttosto composito sarà l’attivazione del trasporto via fiume tra le due sponde. “Non è stato facile arrivare a una soluzione che potesse permetterci di affrontare i costi e mettere in piedi un servizio alternativo – ha detto in consiglio comunale il sindaco Daniele Chiarioni -, abbiamo valutato assieme al Comune di Ferrara diverse ipotesi fino a scegliere quella meno onerosa per gli enti e gratuita per i cittadini che vorranno andare a Ferrara portando anche la bicicletta”.

Oggi il servizio sarà illustrato nei dettagli in una conferenza stampa congiunta tra sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, sindaco di Occhiobello e assessori ai lavori pubblici Aldo Modonesi (Ferrara) e Davide Valentini (Occhiobello).

“Dovrà essere adeguato l’attracco sulla sponda ferrarese con alcune opere e ci affideremo a un’associazione per il trasporto – ha specificato il sindaco – , in ogni caso confidiamo nel sostegno di sponsor in una forma di partenariato che andrà a beneficio di tutti”.

L’assessore ai lavori pubblici Davide Valentini, inoltre, ha riepilogato in consiglio comunale gli accordi presi con il ministero dei Trasporti quanto alla compartecipazione della spesa di rimborso alla società Autostrade per garantire il transito gratuito Occhiobello – Ferrara nord, la data inizio lavori lunedì 11 giugno, la predisposizione del cantiere lunedì 28 maggio (un’impalcatura avvolgerà completamente il ponte ed è previsto un senso unico alternato dalle 9 alle 17), le corse aggiuntive dei treni e la prossima apertura dei telepass point nei Comuni di Occhiobello e Ferrara.

La giunta, in proposito, ha approvato la convenzione con società Autostrade che dà diritto all’esenzione del pedaggio dei residenti, muniti di telepass family, nei Comuni di Occhiobello, Stienta, Gaiba, Canaro, Fiesso Umbertiano e Pincara durante i quattro mesi di chiusura del ponte.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl