you reporter

La storia

Vivono con gli assegni sociali, ma in garage hanno tre Ferrari

L'incredibile storia di una famiglia romana che utilizzava un prestanome residente nell'alto ferrarese. Per anni hanno riscosso i sussidi sociali...

Vivono con gli assegno sociali, ma in garage hanno tre Ferrari

Le Ferrari sequestrate dalle Fiamme Gialle (foto grazie a La Nuova Ferrara)

Questa è una storia al limite del paradossale. O della follia.

Il tribunale di Roma ha ordinato la confisca di tre Ferrari, avete capito bene, tre Ferrari Ferrari del valore di oltre 600mila euro, intestate ad una famiglia che però - carte alla mano - vive solo grazie agli assegni sociali.

Assegni che per anni i tre, madre, padre e figlia (Laila Carbone, Umberto Molamed e Jennifer Carbone), residenti a Roma ma con interessi nell'alto ferrarese per via dei prestanome cui erano intestate le Ferrari, hanno riscosso dallo Stato pur avendo un patrimonio milionario.

Adesso è lo Stato a rifarsi su di loro, incassando 216mila euro per una delle auto battute all’asta.

Le tre Ferrari  sono due 488 e una California. A loro carico le indagini antimafia hanno portato ad accertare redditi e patrimoni, oltre ad una “elevata pericolosità sociale generica”. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl