you reporter

meteo folle

Le massime si impennano verso i 40°

Dopo la #tempestaperfetta di giovedì notte, in arrivo un week end con un caldo quasi da record

Le massime si impennano verso i 40°

Se la #tempestaperfetta andata in scena nella notte fra giovedì e venerdì ha contribuito a spazzare via l’afa dell’ultima settimana, non ci sarà il tempo di rallegrarsene.

Da oggi 9 giugno - e almeno fino a lunedì 11 - le pianura del Nord, con il Polesine in testa, saranno investite da un’ondata di calore che sarà breve ma intensissima.

La tabella a fianco (elaborata su previsione (3bMeteo.it) racconta in pochi numeri quello a cui andremo incontro già a partire dalla mattinata di oggi: un’impennata delle temperature, con le massime che nelle zone dell’interno potranno toccare anche i 34°C reali. Si starà leggermente meglio sulla costa, dove la massima non dovrebbe superare i 30°C. Che è pur sempre un bel caldo.

Ma a rendere la situazione ancora meno “sopportabile” ci penserà l’umidità che si è accumulata negli ultimi giorni. E il combinato di sole, alte temperature e umidità porterà a temperature massime “percepite” che saranno si gran lunga da piena estate. Anzi, qualcosa di più: saranno infatti in linea con le massime toccate nello scorso mese di luglio, quello del “grande caldo”. Ecco allora, dati e previsioni alla mano, che lunedì - in teoria la giornata più calda di questo breve ciclo di solleone - si arriveranno a “sentire sulla pella” 37 gradi a Rovigo e punto di 40 gradi nelle zone dell’interno.

Nella tabella, per esemplificare, abbiamo preso ad esempio Occhiobello. Ma è un dato che vale per buona parte delle pianure più lontane dal mare.

Ma anche sulla spiaggia, dopo un week end tutto sommato con temperature accettabili, nella giornata di lunedì l’afa inizierà a far sentire il proprio peso (la massima percepita a Rosolina mare sarà di 33 gradi a fronte di una temperatura reale di 30°C).

Insomma: sarà una vera e propria ondata di grande caldo e di afa, destinata però ad esaurirsi - almeno questa volta - abbastanza velocemente.

“Saranno tre giorni di piena estate - conferma Maycol Checchinato della pagina Bpp Meteo - ma attenzione, perché già dalla serata di martedì 12 giugno ci sarà un cambiamento repentino del tempo, con un nuovo fronte perturbato che entrerà nella pianura padana. E in queste condizioni, l’arrivo di aria più fredda a contatto con il caldo che si sarà accumulato negli ultimi tre giorni porterà alla nascita di nuovi fronti temporaleschi, anche molto intensi. Magari non come quelli della notte fra giovedì e venerdì, ma comunque intensi. Diciamo che più che una condizione meteo da inizio giugno sembra di essere a fine agosto, quyando questi fenomeni sono decisamente più frequenti”.

E allora, oggi e domani tutti al mare, che sembra l’unica arma a disposizione. E poi, da martedì notte, di nuovo in allerta per i temporali.

Insomma: quest’anno la primavera (l’estate meteorologica è iniziata il primo giugno, mentre per il calendario siamo agli sgoccioli della primavera) sembra proprio “folle”, e fra caldo intenso e improvvisi cali termici, l’impressione è sempre più quella di vivere davvero sulle “montagne russe”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl