you reporter

L’allarme

Bimbo in pericolo, ma sono ladri

La mamma regge il figlio, il padre si sbraccia. Una polesana: “Non fermativi, sono criminali”.

Bimbo in pericolo, ma sono ladri

Allarme per chi viaggia in Transpolesana. Il pericolo si nasconde dietro quella che sembra una richiesta di aiuto da parte di una famiglia: il bambino in braccio alla madre che disperata lo mostra da una piazzola di sosta, e il padre che si sbraccia per chiedere agli automobilisti di fermarsi per prestare loro soccorso. In realtà di tratta di un trucco, un espediente per poi mettere a segno furti e rapine, per depredare automobilisti soli che si ritrovano a transitare lungo la superstrada che collega Rovigo a Verona.

E’ successo vicino a Legnago, è successo a Minerbe, a pochi chilometri dal Polesine, e potrebbe succedere anche in provincia di Rovigo.

E proprio l’altro ieri una polesana residente a Badia si è imbattuta in questa finta famigliola che si sbracciava da bordo strada. Lei però si è insospettita ed ha telefonato ai carabinieri. I militari le hanno detto di non credere a quella richiesta di aiuto, che si tratta di una piccola banda di persone probabilmente di etnia rom che sta depredando gli automobilisti lungo l’asse della Transpolesana.

La ragazza ha subito diffuso l’allarme fra i suoi conoscenti per mettere tutti sul chi va là. E così il segnale di pericolo è rimbalzato sui social.

Massima attenzione quindi nel caso si dovesse notare una Mercedes blu parcheggiata a bordo strada, in una piazzola di sosta. Sarebbe quella la prima spia rossa ad accendersi.

Già due gli episodi accertati negli ultimi giorni e sempre con analogo modus operandi: la madre col bimbo in braccio, l’uomo che si sbraccia per bloccare le auto. La finta richiesta di aiuto e poi, sfruttando la concitazione del momento, furti di portafogli, borsette, telefoni e oggetti vari.

I carabinieri di Legnago da giorni stanno cercando di individuare la Mercedes e la minibanda e intanto le segnalazioni sono state diramate ai comandi dell’Arma dell’intera zona. L’allerta è stata anche rilanciata sui social dagli stessi cittadini e da chi ha notato quell’auto blu sospetta ferma ai margini della Transpolesana.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl