you reporter

Adria verso il ballottaggio

Cavallari nicchia sul ruolo di Bobo

Cavallari nicchia sul ruolo di Bobo: “Mi riserverò di decidere. Sono garantista, ma le istituzioni dovranno essere libere da imbarazzi”. Il candidato del centrosinistra non fa chiarezza sul destino di Barbujani.

Cavallari, c'è l'accordo con Bobo e il Pd

Massimo Barbujani e Lamberto Cavallari

Ancor prima di sedere sulla poltrona più importante di Palazzo Tassoni, sempreché riesca a conquistarla, Lamberto Cavallari si trova ad affrontare la prima grana. Bobo sì o Bobo no? Ovvero l’ex sindaco farà parte della squadra o rimarrà fuori? Voci di corridoio che si susseguono lungo Strada Grànda, dal giorno in cui è stato siglato il patto dell’anomala coalizione, i beni informati danno per certo che Massimo Barbujani siederà a fianco del cugino: come vicesindaco o come presidente del consiglio comunale. E fin qui niente di male.

La vicenda si è maledettamente complicata con la pubblicazione sugli organi di stampa, a pochi giorni dal ballottaggio, dell’avviso di garanzia per bancarotta fraudolenta in relazione al fallimento della propria attività commerciale. E qui va registrato un gesto di superbia o ingenuità da parte di Bobo: dal momento che “l’avviso” gli è stato notificato il 9 maggio, o giù di lì, non si capisce quale maldestro consigliere abbia spinto Barbujani a non rendere pubblica tale notizia, smontandola di fatto, oltretutto avendo davanti diverse settimane prima del voto, per consentire di essere metabolizzata dall’opinione pubblica. Senza dimenticare che in passato, dimostrando grande coraggio, Barbujani aveva in prima persona comunicato passaggi delicati relativi alla propria sfortunata vicenda imprenditoriale. Stranamente stavolta si è tenuto in tasca una bomba a orologeria sapendo che poteva scoppiare da un momento all’altro ed è scoppiata nel momento meno opportuno.

Senza dubbio “qualcuno” che gli vuole bene ha contribuito a farla scoppiare, come quella manina dal volto anonimo che ha pensato bene di far pervenire alle redazioni l’atto giudiziario con la “raccomandazione” che venisse pubblicata entro venerdì 22 giugno.

Una situazione, dunque, imbarazzante, per Barbujani, per la coalizione ma soprattutto per Lamberto Cavallari che sta lottando con i denti per tentare la remuntada su Omar Barbierato per conquistare la fascia tricolore.

A questo punto diventa quanto mai legittimo e opportuno, anche per rispetto degli elettori, capire quale sarà il futuro politico di Bobo: farà parte della giunta o meno?

“Francamente non ne ho idea – risponde sicuro Cavallari – perché al momento di sottoscrivere l’accordo di coalizione non sono stati fatti nomi di assessori o per altri incarichi. Abbiamo stabilito e condiviso un metodo: ogni forza politica della coalizione entrata in consiglio avrà un numero di assessori in base al proprio peso elettorale, sceglierà i nomi all’interno del partito, poi mi riserverò di decidere sull’opportunità o meno di certi nomi”.


Se la Bobosindaco le proporrà Barbujani, che cosa farà? “Ho sempre detto di essere un pragmatico, pertanto rispondo su cose concrete non sulle ipotesi”.

In ogni caso Cavallari ribadisce quanto affermato la sera prima, ovvero che “in merito alla notizia relativa alla chiusura delle indagini a carico di Barbujani mi sento di commentare che la mia amministrazione seguirà la visione condivisa di tutta la coalizione: siamo e rimarremo garantisti, sia nei confronti della persona e delle sue vicende, sia per le istituzioni che dovranno essere libere da imbarazzi perché il pubblico è sempre più importante del privato”. Va aggiunto che nei social si sta registrando una larghissima solidarietà e vicinanza umana nei confronti di Bobo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl