you reporter

Villadose

Meno volontari, il trasporto disabili andrà ai privati

Il presidente di Anteas, Rossi: “Speriamo di trovare nuove forze”. La vicesindaco Paparella: “Ora spese maggiori”

Meno volontari, il trasporto disabili andrà ai privati

A Villadose, paese da sempre ricco di associazioni, si sta verificando una vera e propria emorragia di volontari. Il presidente della sezione locale di Anteas, Antonio Rossi, ha lanciato un grido di allarme: per mancanza di volontari disposti a guidare il pulmino per il trasporto dei disabili, il servizio è a rischio. Da 22 anni attiva sul territorio, Anteas svolge molteplici servizi per la comunità, anche in collaborazione con l’amministrazione comunale, dal trasporto nelle strutture ospedaliere per le visite alla consegna dei pasti alle persone che lo necessitano, fino all’attività di aiuto di attraversamento davanti alle scuole negli orari di entrata e uscita degli studenti durante l’anno scolastico. Inoltre l’animazione nella residenza Anni Azzurri e l’ambulatorio gratuito dal lunedì al venerdì con personale professionale.

Ci dispiace che si sia verificata questa situazione ma alcuni volontari sono venuti a mancare e ci troviamo a non avere gli autisti per poter proseguire il servizio del trasporto dei disabili, mentre cerchiamo di mantenere attivi tutti gli altri - le parole di Rossi - ringrazio tutti i nostri volontari che fanno l’impossibile per la comunità, in silenzio animati dallo spirito di servizio e da un profondo altruismo. La collaborazione con l’amministrazione comunale si mantiene per tutti gli altri servizi erogati e auspichiamo che nuove forze arrivino nella nostra associazione, potendo contare magari su fondi più consistenti per fare fronte alle molteplici spese vive per la gestione dei mezzi e della loro manutenzione”.

Il vicesindaco Ilaria Paparella sulla vicenda spiega: “Il problema che ci è stato comunicato dal direttivo di Anteas è proprio il venir meno dei volontari e, per quelli rimasti, diventava gravoso accollarsi un servizio di trasporto disabili così ricco com’era quello di Villadose. Speriamo davvero che Anteas si possa nutrire di nuove forze e che un po’ tutto il mondo del volontariato possa avere nuovi iscritti. I servizi, che tutt’oggi svolge Anteas, sono importantissimi per la nostra comunità. A loro un grazie enorme per quanto fatto e per quanto si sta cercando di continuare a fare, a volte adattandosi ad una burocrazia non sempre facile”. “Adesso con gli uffici stiamo studiando come portare avanti il servizio da settembre, inevitabilmente affidandoci a chi lo fa per lavoro, con un costo ovviamente maggiore” conclude il vicesindaco.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl