you reporter

Porto Viro

“Troppi assenti durante la giunta”

L’accusa di Silvia Gennari : “Gli assessori hanno l’abitudine di disertare”

“Troppi assenti durante la giunta”

Troppe assenze alle riunioni di giunta municipale da parte degli assessori portoviresi. A sollevare la questione è Silvia Gennari, consigliere comunale d’opposizione e vicesindaco nell’allora amministrazione Giacon. “Il periodo che ho preso in esame è quello che va dal primo gennaio al 30 luglio 2018. In pratica tutto l’esercizio 2018, fino ad oggi. In sette mesi la giunta del Comune di Porto Viro, guidata dal sindaco Maura Veronese, si è riunita 29 volte, approvando un totale di 79 delibere – scrive Gennari - Visionando gli atti pubblici riportanti i verbali delle deliberazioni di giunta, emerge che parte degli assessori ha l’abitudine di disertare frequentemente le sedute di giunta comunale, risultandone di conseguenza assente.

Da inizio anno infatti, ad esclusione di sindaco e vicesindaco, gli assessori portoviresi hanno totalizzato un considerevole numero di assenze”. Il consigliere passa poi in rassegna, numeri alla mano, i vari casi: “L’assessore alle politiche per la sicurezza, viabilità, ente parco e sport, Diego Crivellari, risulta assente in 16 verbali di deliberazione di giunta su 79 (pari al 20%). Marialaura Tessarin, assessore alle politiche di genere, politiche per il superamento dell'handicap ed associazionismo, in 21 verbali su 79 (27%). Valeria Mantovan, assessore alle attività produttive, agricoltura, caccia e pesca, turismo, in 36 verbali su 79 (46%). Ed infine, Fabrizio Albino Marangon, assessore alle politiche sociali e sanitarie, protezione civile, edilizia popolare, risulta assente in 48 verbali di deliberazione di giunta su 79 (61%)”.

Quindi la stoccata: “Abbiamo bisogno di assessori che lavorino con costanza per la nostra città; senza trascurare che l’attività di governo di un Comune come il nostro richiede impegno, laboriosità, competenze e lungimiranza, essendosi assunti una responsabilità politico istituzionale importante verso i cittadini. Ritengo sia loro dovere partecipare ai lavori della giunta di cui sono componenti, considerato oltretutto che nonostante le numerose assenze, percepiscono un’indennità piena per lo svolgimento del loro mandato, a carico del bilancio comunale. Di fatto, una giunta a scarto ridotto ha lavorato per tutto il periodo monitorato, considerato che in sette mesi, solo a 2 sedute su 29, erano contemporaneamente presenti tutti e 5 gli assessori più il sindaco. Non c'è assolutamente nulla di irregolare in ciò: è infatti sufficiente la presenza del 50% dei componenti per poter riunire la giunta. Ma è questa la politica del cambiamento messa in atto da questa squadra di governo? E’ questo l'esempio che gli assessori vogliono dare ai cittadini e ai dipendenti comunali?” si chiede ancora Gennari, che aggiunge : “Chiedo al sindaco, facendo riferimento alla sua autorità, la promozione di ogni opportuna iniziativa tesa al ripristino del plenum effettivo di un organo importante come la giunta, così da restituire alla stessa una piena funzionalità ed al Comune le quote di dignità politica perdute. I cittadini portoviresi, meritano degli assessori impegnati al 100% sui problemi della città”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl