you reporter

Taglio di Po

Romea, nuovi lavori per la sicurezza

L'assessore Davide Marangoni: “E’ emersa dall'Anas la disponibilità a trovare una soluzione per l’ingresso nella zona produttiva”

Romea, nuovi lavori per la sicurezza

La statale 309, la Romea, è stata l’oggetto dell’incontro che il sindaco di Taglio di Po, Francesco Siviero, e l’assessore ai lavori pubblici e urbanistica, Davide Marangoni, hanno chiesto di avere con i tecnici dell’Anas a Mestre. “Siamo andati per discutere nuovamente del cosiddetto ‘Piano Romea’ che interessa l’intera infrastruttura stradale - spiega l’assessore Marangoni - come abbiamo potuto vedere in questi giorni hanno preso avvio i lavori di asfaltatura dell’intera tratta che da Ariano nel Polesine conduce fino a Mestre. Abbiamo colto l’occasione, prima delle ferie estive, per cercare di capire dalla dirigenza Anas quali saranno i prossimi interventi programmati, e riformulare la necessità della messa in sicurezza degli incroci a raso nel tratto stradale che attraversa il nostro comune”.

“A fine ottobre del 2016 Taglio di Po ha ospitato un incontro tra Anas, Regione Veneto e tutte le amministrazioni comunali attraversate dalla Romea - ricorda Marangoni - durante il quale è stato illustrato il progetto di riqualificazione della statale 309 del valore di 150 milioni di euro Già in quell’occasione il sindaco Siviero aveva fatto presente la necessità di rivedere l’accessibilità dell’area produttiva al fine di ottenere una maggiore sicurezza per chi, tutti i giorni, si reca a lavorare”. “L’incontro svoltosi in settimana alla presenza del capo compartimento Anas Veneto, Gabriella Manginelli, e dei suoi collaboratori - sottolinea l’assessore - è stato molto importante e produttivo perché ha permesso di entrare nel dettaglio di questioni come gli accessi a raso e la necessità di rivedere se non riprogettare l’accessibilità dell’area produttiva che attualmente non è più adatta agli attuali carichi di traffico”.

“Abbiamo in mente il rilancio di tutta la zona artigianale e la presenza dei nuovi insediamenti ci spinge a rivedere ciò che è stato fatto fino ad oggi - conclude Marangoni - siamo sicuri che un ingresso più sicuro e direi più adatto alle esigenze contemporanee sia il punto di partenza per riqualificare e migliorare questa importante realtà produttiva”. Marangoni e il sindaco Siviero si dicono fiduciosi “perché dall’incontro è emersa la disponibilità a trovare una soluzione condivisa e per questo a fine settembre abbiamo già programmato un ulteriore incontro per fare un nuovo approfondimento progettuale”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl