you reporter

Adria

Summit di 3 ore con nulla di fatto per il csa

Grande assente alla riunione Antonio Compostella dell'Ulss 5. Rimandato a settembre il vertice. Le impegnative non erogate provocano un buco da 250mila euro

Casa di riposo, la presidente ci dà dei “ladri”

Sandra Passadore

Intanto mancava il protagonista del confronto, invitato al summit, ovvero il direttore generale dell’Ulss 5 Antonio Compostella, che ieri ha inviato una mail scusandosi per essere impossibilitato. La questione delle impegnative, ovvero delle “ricette rosse” che causerebbero alla Casa di riposo di Adria un disavanzo di 250mila euro, è molto chiaro al dg Compostella, che vuole precisare: “Quando si parla di mancato pagamento bisogna stare attenti. Infatti le impegnative vengono regolarmente pagate dall’azienda sanitaria”. Dunque il direttore Compostella rispedisce al mittente le accuse.

Ma nell’incontro fiume di ieri, durato ben tre ore, con i sindacalisti della Cgil e della Uil, il sindaco Barbierato, il direttore della casa di Riposo Badiale e il presidente Sandra Passadore, è stata proprio quest’ultima che ha sottolineato come in realtà sono le impegnative erogate che preoccupano.

“Qui non si tratta del problema del pagamento - spiega Mariella Rossin della Uil - ma Compostella dovrebbe dimostrare che distribuzione delle impegnative è equa tra le strutture. La regione ne definisce circa 400, ad Adria ne dovrebbero arrivare 147 impegnative, nel 2017 ne sono mancate 22, nel 2015 32, praticamente un quinto di quelle assegnate. Anche la Passadore chiede più trasparenza”.

Il servizio completo oggi 21 agosto sulla Voce di Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl