you reporter

Grandi opere

Punti neri della viabilità Anas pronta a riaprire la borsa

Due milioni per il by pass di Rovigo sud, uno per la rotatoria di Boara

Punti neri della viabilità Anas pronta a riaprire la borsa

Si riapre la possibilità di risolvere il nodo stradale che da Borsea, lungo la tangenziale, porta al ponte sull’Adige di Boara Polesine. L’Anas infatti riaccende la fiammella della speranza per la concessione dei finanziamenti necessari a progettare, e, vedi mai, realizzare le due opere viarie capaci di risolvere i due punti neri del traffico sull’asse stradale est di Rovigo.

Nei giorni scorsi Anas ha esternato la disponibilità a reinserire le due infrastrutture nella propria programmazione pluriennale. E la parola “reinserire” non è usata a caso in quanto qualche anno fa, ai tempi della giunta Piva i vertici Anas avevano chiesto all’amministrazione comunale se ci fosse ancora la volontà di utilizzare i 2,5 milioni di euro che Anas aveva messo a disposizione per realizzare un by pass stradale nel quadrante Rovigo sud (rotatoria o sottopasso). In assenza di risposte però la società aveva spostato il finanziamento verso altre opere di altri territori.

Ma mai dire mai perché quel che sembrava tramontato ora potrebbe tornare in pista. Per ora Anas ha solamente messo sul piatto della bilancia una disponibilità, che però potrebbe diventare più concreta dopo i vertici col Comune che saranno organizzati nelle prossime settimane. In particolare Anas potrebbe erogare un finanziamento di 2 milioni di euro per sbloccare la viabilità a Rovigo sud, e quindi realizzare una rotatoria e un sottopasso stradale per azzerare la serie di incroci che attualmente rendono quell’asse stradale poco sicuro e spesso soggetto a rallentamenti e code. Finanziamento buono anche per l’installazione di pannelli fonoassorbenti lungo la tangenziale, in corrispondenza dei distributori che sorgono a la strada.

All’eliminazione del punto nero di Rovigo sud sta lavorando da mesi l’assessore ai lavori pubblici Saccardin, ed è stato utile anche l’interessamento del presidente del consiglio Paolo Avezzù che ai tempi della sua giunta aveva fatto partire l’idea. Le risorse che potrebbero essere messe a disposizione, però, non sarebbero sufficienti per l’opera, servirebbero altre, e cospicue, fonti di finanziamento.

E non è finita qui perché da Anas c’è anche la disponibilità verso la realizzazione di una rotatoria a Boara Polesine per snellire la circolazione stradale in uscita in entrata dal ponte sull’Adige. In questo caso ci sarebbe un milione di euro pronto per l’opera. Si tratta di due infrastrutture stradali avvertite come necessarie da tempo. Ma anche nel caso andasse in porto la progettazione i tempi di una eventuale realizzazione non si annunciano per niente brevi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl