you reporter

Cavarzere

Sola con due figli e senza lavoro

Il primo figlio è disabile, la seconda ha 8 mesi. L’appello disperato della cavarzerana

Sola con due figli e senza lavoro

Un figlio disabile, un’altra bambina di otto mesi e nessun lavoro. E’ un appello disperato quello di Simonetta Zampirollo, una residente di Cavarzere che abita in una casa Ater, disoccupata con un figlio 14enne con problematiche fisiche e una neonata di 8 mesi.

Una situazione precaria ai limiti del sopportabile. La denuncia della donna è dettata dalla disperazione: “Purtroppo sono in questa situazione da un bel po’ di tempo, non ho alcun aiuto. Lo scorso anno mi hanno staccato il gas per quasi 6 mesi e ho dovuto vivere senza riscaldamento mentre ero incinta, quindi potete ben comprendere in che condizioni vivevo”.

L’inquilina dell’Ater non riesce nemmeno a pagare l’utenza dell’acqua: “Mi hanno anche detto che taglieranno l’acqua perché faccio fatica a fatica a pagare le bollette e praticamente vivo grazie a un piccolo aiuto che mi dà la mia famiglia e l’assegno di cura che mi dà lo stato per mio figlio”.

La signora lancia un appello: “Sono praticamente nullatenente, chiedo un aiuto almeno per il pagamento delle bollette dell’acqua”. In queste condizioni, ovviamente, qualsiasi intervento è vissuto come una minaccia.

“La mia casa è in pessime condizioni. Ma la cosa che più mi spaventa sono i continui controlli dell’assistente sociale comunale. Insiste col dirmi che devo trovare un lavoro e controlla la casa come se volessero trovare la maniera per togliermi i figli”.

“Chiedo solo aiuto e di essere lasciata libera di vivere con i miei due figli”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl