you reporter

L'associazione

"Ora lo vogliamo conoscere"

Jair Bolsonaro, candidato presidente del Brasile, ha origini venete. I Polesani nel Mondo: “Proveremo a contattarlo. Chissà se conosce la lingua dei suoi nonni”.

"Ora lo vogliamo conoscere"

“Proveremo a prendere contatti con lui. Chissà se conosce qualche parola della lingua dei suoi nonni”. Presto il Brasile potrebbe avere un presidente di sangue veneto. E l’associazione Polesani nel Mondo è pronta a cogliere questa occasione per rafforzare il legame tra la nostra provincia e la terra carioca.

Jair Messias Bolsonaro, il candidato che al primo turno elettorale ha conquistato oltre il 40% dei voti, discende infatti da una famiglia originaria di Anguillara, sulle sponde dell’Adige. Suo nonno Angelo Bolzonaro aveva lasciato l’Italia nel 1889, quando aveva solo cinque anni, assieme ai genitori diretti verso il Nuovo Mondo in cerca di fortuna. “Dal Polesine tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 partirono circa 16.000 persone - racconta il presidente dell’associazione Polesani nel Mondo Daniele Beltrami - diretti soprattutto verso il Brasile, l’Argentina e l’Uruguay. Una parte meno consistente migrò verso gli altri paesi europei come la Francia o il Belgio, alcuni andarono addirittura in Canada o in Australia”.

“Lo scopo dell’associazione - continua - è quello di costruire dei ‘ponti’ con i loro eredi. Ora per noi sarebbe piacere poter prendere contatti con il ‘papabile’ presidente, per parlargli delle nostre attività e del gemellaggio tra Porto Viro e Veranopolis, nello stato del Rio Grande do Sul. E per scambiarci anche testimonianze e memorie sulla storia dei nostri migranti: chissà se conosce la lingua dei suoi nonni, il ‘talian’, una sorta di italiano dialettale a cui i discendenti dei veneti sono ancora molto legati”.

“Tra i progetti della nostra associazione c’è appunto quello di ricercare i discendenti dei polesani che hanno avuto fortuna all’estero - continua - già in passato con la Camera di Commercio avevamo organizzato una premiazione dedicata a loro. Ora sarà nostra cura andare ad indagare sulle origini di Jair Blosonaro per vedere se c’è qualche rivolo della sua famiglia che arrivi qui in Polesine”.

Di famiglie col cognome Bolzonaro (la zeta è stata cambiata in esse nella trascrizione all’ufficio anagrafe brasiliano, mutando il nome della famiglia del futuro candidato presidente) qui in Polesine ce ne sono parecchie: il comune che ne conta di più è San Martino di Venezze, dove sono ben sette, mentre a Rovigo città sono cinque.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl