you reporter

Rosolina

“La casa Ater andrà a chi ne ha bisogno”

Massaro (Lega Nord): “La mamma del sindaco non abita più lì ormai da anni, ma il primo cittadino ha tenuto l'alloggio”

“La casa Ater andrà a chi ne ha bisogno”

Da oggi Rosolina ha una casa Ater in più per le persone di Rosolina che ne hanno veramente bisogno”. Lo sottolinea il consigliere di minoranza della Lega Nord, Pako Massaro. “Il sindaco di Rosolina, Franco Vitale, dovrà lasciar libera la casa Ater che era assegnata alla madre” spiega Massaro. Il 2 dicembre 2014 il comune di Rosolina aveva notificato la decadenza dell’alloggio di Edilizia residenziale pubblica alla madre del sindaco Vitale, la quale aveva comunque impugnato il provvedimento. Il comune si costituisce davanti al tribunale, viene nominato un consulente tecnico d’ufficio per verificale il calcolo della rendita catastale. La sentenza del giudice Luisa Bettio ha decretato così la perdita del diritto dell’alloggio e il ricorso della mamma di Vitale è stato così rigettato.

Massaro spiega come Vitale fosse “possessore di alcune quote di una società di costruzioni di immobili, Sep, fino al 2006, anno nel quale ha donato 1,3 milioni di euro di quote al fratello per poter essere il sindaco di Rosolina. Nel frattempo la mamma abitava in una casa dell’Ater. Successivamente l’Ater ha dato l’ordine di liberare l’immobile per poterlo dare a chi ne aveva veramente bisogno”. Solo dopo è partita la causa. “Per continuare - sostiene il consigliere - come sanno tutti in paese, la mamma del sindaco da alcuni anni non abita più in quella casa Ater, ma a casa del sindaco stesso, però per una sorta di ‘onore imperiale’ il ricorso è andato avanti per tutto lo scorso mandato di Vitale e anche per questo, fino ad oggi”.

“Stanchi di questa situazione alcuni politici hanno iniziato a chiedere come mai la casa fosse ancora in possesso della mamma del sindaco benché lei abitasse da un’altra parte, ma soprattutto perché la casa non venisse data ai bisognosi anziché a chi ha una famiglia ricca - conclude Massaro - i ‘cavalieri buoni’ con le armi della trasparenza e dell’onestà hanno vinto contro l’interesse e la prevaricazione del palazzo del re”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl