you reporter

LUSIA

Dengue, “rischio contagio zero”

Il dg dell’Ulss 5 Compostella: “Dovrebbe essere stato punto da uno stormo di zanzare tigre”

Dengue, “rischio contagio zero”

Il protocollo dell’Ulss 5 per disinfestare la zona di residenza del contagiato dal virus del Dengue, in un paese subtropicale in cui si era recato per un viaggio, è scattato come da prassi, ma il direttore generale dell’azienda sanitaria Antonio Compostella è sereno: “Dovrebbe essere stato nel frattempo punto da uno stormo di zanzare tigre per parlare di rischio contagio, ma in Polesine praticamente non ce ne sono, direi che l’ipotesi di un contagio nel nostro territorio è lontana”.

L’uomo, che risiede nel comune mediopolesano, nella zona di via Arzaron, si è presentato alcuni giorni fa in Malattie Infettive con i sintomi della febbre, cefalea e dolori articolari. “Ha subito intuito che poteva essere un virus contratto durante il viaggio - ha spiegato Compostella - così ha avuto l’accortezza di presentarsi subito in Malattie Infettive. Da una prima analisi è emerso che si poteva trattare di Dengue, attendiamo le analisi, ma al 99% non ci sbagliamo”.

Già da subito le condizioni dell’uomo non erano preoccupanti non è stato ricoverato ma rimandato subito a casa, con la prescrizione di una cura antibiotica.

“Per i residenti della zona non ci sono problemi - ha ribadito Compostella - Entro lunedì il quadro sarà completo con l’esito delle analisi”.

La dengue è una malattia infettiva tropicale. La trasmissione non avviene da uomo a uomo, ma attraverso le zanzare, che hanno punto un contagiato: se la zanzara, che ha il sangue infettato dell’uomo, punge un altro uomo, può trasmettere il virus.

La segnalazione è arrivata al dipartimento di prevenzione dell’Ulss 5. Si tratta di un caso “importato”, l’infezione è stata cioè contratta all’estero da un cittadino, residente a Lusia, a seguito di un viaggio in un’area endemica.

La febbre è trasmessa all’uomo dalla puntura di zanzare infette del genere Aedes, tra cui la zanzara tigre, che pungono prevalentemente di giorno.

E’ già stata programmata dall’azienda sanitaria, la disinfestazione adulticida e larvicida in prossimità della zona dove di via Arzaron.

Per questo, il sindaco di Lusia, ha emesso un’ordinanza per le misure da adottare durante la disinfestazione che è avvenuta ieri, dalle 9,30 alle 10,30, dal civico 2900 al civico 3500.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl