you reporter

Carabinieri

Omicidio Beccarello, nuovi rilievi

Ris di Parma ancora nella casa di via Regina Margherita.

Omicidio Beccarello, nuovi rilievi

Tornano i Carabinieri della scientifica di Parma a Cavarzere per nuovi rilevamenti riguardo all’omicidio di Maila Beccarello. I militari dell’Arma sono passati nella mattinata di lunedì scorso, nell’abitazione di viale Regina Margherita, insieme alla zia e al fratello della vittima, oltre all’avvocato Andrea Zambon, legale che difende Natalino Boscolo Zemello, in carcere e accusato dell’omicidio di Maila, sua ex moglie.

L’avvocato Zambon aveva depositato ricorso in Cassazione per il 35enne di Sottomarina di Chioggia, accusato appunto di aver ucciso a botte l’ex moglie 37enne l’8 agosto scorso a Cavarzere nella casa che condividevano, per ottenere gli arresti domiciliari. Dopo che il tribunale del Riesame aveva rigettato la richiesta degli arresti domiciliari, Zambon aveva presentato ricorso sostenendo come mancasse il pericolo di reiterazione del reato perché il suo assistito dovesse rimanere con la misura della custodia cautelare in carcere, come disposto dal gip David Calabria.

Quando fu convalidato l’arresto, durante l’udienza, Boscolo Zemello aveva dichiarato di non aver voluto uccidere la ex moglie, ma di averla colpita “solo con due schiaffi e un pugno”, dopo un litigio, e che la 37enne fosse scivolata da sola sia nella doccia, dove stava cercando di lavarsi dal sangue, e quindi giù dalle scale. L’autopsia, però, aveva evidenziato evidenti segni di percosse al torace, ai polmoni, alla testa e alle vertebre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl