you reporter

Lendinara

Lavori alla scuola Mario, c’è l’ok

Presto partirà anche l’installazione del planetario che servirà per potenziare la didattica

Lavori alla scuola Mario, c’è l’ok

Approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per l’intervento di messa in sicurezza dei soffitti della scuola media “A. Mario”. Entro la fine del 2019, annuncia il sindaco Luigi Viaro, l’intervento sarà portato a compimento.

“Continuiamo a preparare progetti - ha precisato il primo cittadino - per le situazioni di criticità. Questo ci permette di essere pronti quando escono i bandi e non trovarci in difficoltà per la stesura del progetto. Possiamo dire che questa situazione sta pagando”. 75mila euro la somma che sarà infatti finanziata dal Ministero dell’istruzione per il progetto che rientra negli interventi di adeguamento strutturale, antisismico, e messa in sicurezza, degli edifici scolastici statali. Partirà quindi la manutenzione straordinaria alla scuola secondaria statale di primo grado “A. Mario”, per la quale sono stati individuati casi di distacco di alcune parti di solaio.

Nel frattempo la scuola si sta preparando ad accogliere il planetario, che sta aspettando gli ultimi ritocchi per diventare operativo anche come fulcro della programmazione didattica ed extracurricolare. “Io, Leonardo” sarà infatti il progetto teatrale promosso dalle insegnanti Chiara Nezzo ed Enrica Destro e dall’operatore teatrale Emilio Milani, che l’hanno voluto legato all’orientamento in uscita dei ragazzi e alla continuità con la scuola primaria, coinvolgendo le classi quinte.

Ad essere approfondita sarà la figura di Leonardo Da Vinci, a cinquecento anni dalla sua scomparsa, che saranno ricordati dallo spettacolo conclusivo del laboratorio nell’aprile 2019. Dopo l’ammodernamento dell’impianto di illuminazione, dell’impianto elettrico, portato internet e installate le tende oscuranti, il planetario è in attesa di installazione. L’ex preside Fabio Cusin nel 2016 aveva sostenuto la partecipazione dell’istituto a un bando del Miur per la promozione del digitale. Terzo posto in graduatoria in Veneto e 15mila euro di finanziamento per il progetto del planetario, per il quale la scuola avrebbe speso altri 2 mila 250 euro. Tutto si era congelato con il trasferimento di Cusin, fino al settembre dello scorso anno, quando la nuova dirigente Maria Elisabetta Soffritti ha spinto perché il suo predecessore continuasse ad occuparsi del progetto con l’appoggio dell’amministrazione, che ha stanziato altri 16mila euro. La progettazione è quindi partita con il dialogo continuo tra Cusin il professor Enzo Bellettato degli Astrofili polesani di Rovigo. L’appalto è stato affidato alla ditta Columbia Optics di Occhiobello.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl