you reporter

Cavarzere

Sinistra Italiana, aut aut a Tommasi

Entro fine anno la decisione del partito che ha tre consiglieri eletti in maggioranza

Sinistra Italiana, aut aut a Tommasi

Sinistra Italiana scarica l’amministrazione guidata dal sindaco Henri Tommasi. O meglio, il partito ha deciso di farlo pubblicamente con un comunicato stampa, mentre i consiglieri eletti, Heidi Crocco, Lorenzo Baracco e Lisa Armarolli, ancora non si sa che intenzioni avranno.

“Il circolo di Sinistra Italiana di Cavarzere e Cona, investendo e impegnando risorse economiche e umane, ha contribuito alle vittorie del centrosinistra del candidato sindaco Henri Tommasi alle elezioni del 2011 e del 2016 - recita la nota del coordinatore di Cavarzere, Ezio Grigolo - trascorsi oltre due anni dall’inizio della seconda legislatura, esplicitiamo la nostra forte preoccupazione per il funzionamento delle attività dell’amministrazione comunale ed il futuro di Cavarzere”.

“Ancora a settembre 2016, esprimendo la nostra contrarietà alla nomina del quinto assessore, avevamo evidenziato che si trattava di ‘una falsa partenza per un percorso lungo cinque anni’ - ricorda Grigolo - era chiaro già da allora che il sindaco aveva iniziato un percorso sbagliato determinando malumore e distacco tra rappresentanze istituzionali e partiti, tra amministratori locali e cittadini. E’ mancato da subito il rapporto e la presenza nella frazioni, i cittadini devono passare per la segreteria generale per conferire con gli amministratori: una macchina comunale a rilento, con minori risorse umane a disposizione e conseguenti tagli di spazi e orari a disposizione del pubblico”.

“Tutto ciò si è tradotto in un continuo calo di consensi della città nei confronti dell’amministrazione comunale - prosegue la nota - nel corso di questi due anni, il sindaco, maggiore responsabile di questa situazione in quanto capo dell’amministrazione, ha messo in essere alcune iniziative che avevano ben poco di ‘sinistra’, dimenticandosi che metà maggioranza che lo sostiene, fa parte di quelle forze politiche”.

“Il dibattito sulla eventuale fusione tra Cavarzere e Cona aveva offerto all’amministrazione comunale una importante occasione di riaprire un dialogo con la città, con le associazioni imprenditoriali, economiche e con le organizzazioni sindacali - riflette Sinistra Italiana - si era determinata l’opportunità di rompere l’isolamento politico in cui Cavarzere si trova”. Il partito, che ha tre consiglieri eletti in maggioranza, ribadisce “il proprio parere favorevole all’avvio del percorso della fusione” per il quale “aveva fatto proposte chiare: siamo stati inascoltati e i risultati negativi si vedono”.

“E’ allora necessaria e non più rinviabile una decisa inversione di rotta, cambiando radicalmente modo di rapportarsi con la città e i suoi abitanti - conclude Grigolo a nome di Sinistra Italiana - in un incontro lo scorso 22 settembre in municipio avevamo esplicitato al sindaco le nostre preoccupazioni, ponendogli alcune domande, ma da lui silenzio assoluto”. “Valuteremo entro fine anno se le nostre richieste troveranno risposte concrete e positive - l’aut aut conclusivo - se così non fosse, Sinistra italiana assumerà le opportune iniziative”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl