you reporter

L’iniziativa

Il Veneto ha un cuore grande e ce la farà

Chi ha sofferto tanto è sempre pronto a dare una mano. La Voce ha deciso di pubblicare l’appello della Regione a tutti i cittadini.

Il Veneto ha un cuore grande e ce la farà

Ci sono momenti in cui tutti ci sentiamo americani, o siciliani. Oppure veneti (anche chi non lo è), come in questi giorni. Giorni di grande sofferenza per la nostra terra, in cui anche la gente della bassa, abituata a convivere con la natura e le piene dei fiumi (il Po non sta scherzando, ma ci siamo abituati), si sente un tutt’uno con quella della montagna.

Non si può restare indifferenti di fronte a quello che è accaduto nelle valli del bellunese, in quelle Dolomiti che tanti di noi amano in maniera smisurata proprio perché sono l’esatto opposto della nostra terra, il suo contraltare, un po’ come due facce di quella stessa cartolina patinata che si chiama Veneto.

Mi hanno colpito le parole del governatore Zaia di due giorni fa. Mi hanno colpito perché sono quelle che qualsiasi veneto (anche se di recente adozione, e che un vero veneto non sarà mai) vuole sentirsi dire. “La Montagna Veneta sarà pronta ad aprire impianti e piste per la stagione sciistica in arrivo, già l’8 dicembre. Circolano strane voci che sarebbe meglio tacessero se non sanno... Su piste e impianti si stanno facendo verifiche e interventi, e non ci saranno chiusure o ritardi nell’apertura della stagione dello sci. L’8 dicembre tutta la montagna veneta risponderà presente, perché tutto ciò che serve si sta già facendo. Il rilancio sarà lungo e faticoso e faccio fin d’ora appello ai turisti e agli amanti dello sci perché scelgano di trascorrere un’ora, un giorno, una settimana sulle nostre montagne che saranno, come sempre pronte ad accoglierli”.

E’ un invito al fare; al non piangersi addosso; alla volontà dei veneti di dimostrare ancora una volta che niente spaventa chi ha costruito una grande regione. Ecco, partendo da quelle parole, insieme alla cooperativa che edita La Voce, abbiamo deciso di fare quello che un giornale locale, nel suo piccolo, può permettersi: dare una mano in questo percorso lungo e faticoso che vedrà coinvolto tutto il Veneto.

Da oggi pubblichiamo gratuitamente l’appello della Regione Veneto a tutti i cittadini a farsi parte integrante della grande opera di ritorno alla normalità, prima, e di ricostruzione, poi. Lo facciamo, come si dice, con il cuore, convinti che anche questo sia un modo per essere parte integrante come polesani e come mezzo di informazione, di quella grande comunità che è il Veneto. Lo facciamo perché quando il Polesine ne ha avuto necessità tutt’Italia ha risposto “presente” (e nei prossimi giorni sarà l’anniversario della grande alluvione).

Lo facciamo come voce di una comunità che da quel giorno ha, se possibile, un cuore ancora più grande. E lo facciamo nella consapevolezza che anche questo è il ruolo di chi fa informazione: non solo dare notizie (che è il nostro core business), ma farsi voce delle necessità, delle speranze ma anche delle ambizioni e dei moti di generosità di una comunità.

Grazie a quelli che vorranno collaborare. E grazie anche a chi, quest’inverno sceglierà le montagne bellunesi: ci sono gesti che valgono più di mille parole.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl