you reporter

Il personaggio

Per Tosini la “laurea” in ciclismo

E’ tra i 21 italiani ad aver conseguito il certificato continentale dopo aver portato a compimento le corse più massacranti del continente. “E' un’enorme soddisfazione”.

Per Tosini la “laurea” in ciclismo

Oscar Tosini ha vinto la sfida. Ma non si ferma: anzi, si prepara a chiudere il cerchio, e a partecipare (e vincere) per la seconda volta di fila l’Olimpiade dei dilettanti in programma l’estate prossima, quando starà per compiere 74 anni.

Cuore, testa e gambe d’acciaio, Oscar. Nei giorni scorsi, a Lugo di Romagna, ha ritirato un riconoscimento importante. Forse il più importante, a livello mondiale, per chi come lui ha fatto delle randonnée una ragione di vita. E nell’universo delle randonnée, a livello europeo, ci sono quattro stelle polari. Quattro corse uniche nel loro genere.

Dal 2015 al 2018, Tosini le ha fatte tutte. Al ritmo di una all’anno. Ogni gara, una vittoria: sempre al traguardo, mai un ritiro. E per questo, a Lugo, ha ritirato il certificato “Europe challenge”. Una vera e propria laurea in ciclismo, a cui può ambire soltanto chi, nel periodo olimpico di quattro anni, porta a termine tutte e quattro le corse top in Europa. A riceverlo, soltanto 21 italiani: Tosini è l’unico polesano.

“Una soddisfazione enorme, una gioia grandissima. Il coronamento di quattro anni di sforzi, impegni e sacrificio”, rivela. Ma non è finita qui, perché Oscar ha già nel mirino la Parigi-Brest-Parigi, quella che viene definita l’Olimpiade dei dilettanti, e proprio per questo si svolge ogni quattro anni.

Il servizio completo sulla Voce in edicola giovedì 15 novembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl