you reporter

La polemica

“Noi diamo fastidio a qualcuno”

I vigili si riparano nella burocrazia, Vezzaro punta il dito contro il Comune: “La polizia ci ha detto che non avevamo bisogno di autorizzazioni”.

“Noi diamo fastidio a qualcuno”

 “A Rovigo diamo fastidio, e non capisco perché”. Devis Vezzaro allarga le braccia: la sua associazione, i Luoghi dell’Abbandono, registra un clima ostile nella nostra città. E la guerra, in due battaglie, all’evento natalizio è soltanto l’ultima goccia.

Prima il nome: niente “mercatini” nel titolo - forse per non creare un dualismo con il villaggio natalizio sul liston - e allora avanti tutti con “Allegria di Natale”; poi i vigili urbani che, alla vigilia del weekend di festa nell’ex manicomio, fermano tutto e costringono ad annullare l’evento, mandando in scena una manifestazione in formato ridotto, con 15 stand al posto dei 75 preventivati.

Dal comando non hanno dubbi: quell’evento avrebbe attirato migliaia di persone, e dunque avrebbe richiesto precise misure di sicurezza. Impossibile, per i vigili, farlo come pensato da Vezzaro. “L’assessore Paulon mi ha detto che ad un evento simile era plausibile pensare che arrivassero cinquemila persone - dice Vezzaro, iniziando a fare nomi e cognomi di chi, a suo avviso, lo sta ‘boicottando’ - ma parliamo di un evento da mille persone al massimo".

"E poi anche la questura, venerdì, ci aveva chiesto lumi: dopo aver valutato il nostro progetto hanno detto che si sarebbe potuto fare tranquillamente, anche senza autorizzazioni. Erano i vigili a pensarla diversamente. E qui mi chiedo: ma chi comanda? La polizia o i vigili urbani?”, annuncia Vezzaro. 

Il servizio completo sulla Voce in edicola martedì 4 dicembre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl