you reporter

ROVIGO

Annonaria, il bando allo sbando

Intanto la piazzetta storica perde i pezzi, e non solo in senso letterale. Commercianti stufi

Annonaria, il bando allo sbando

Dopo l’ultimo addio alla piazzetta Annonaria da parte della storica commerciante Ilaria Pozzato, titolare del negozio di prodotti sanitari il Gira Sole, l’assessore al Patrimonio Antonio Saccardin fa un bilancio dei box mai assegnati del cuore dell’ex ghetto di Rovigo.

Ma per il bando tutto da rifare dell’ex bar Macallan’s e per gli altri assegnati, ma mai aperti, come il box 17 (ex negozio di frutta e verdura), o il box 8, o il box 6, c’è tempo. “Gli uffici - spiega l’assessore al Patrimonio Antonio Saccardin - stanno lavorando al bando di assegnazione dell’ex asilo Alfieri. Questo bando vorremmo concluderlo al più presto (aspetta da due anni ndr) ci teniamo ad affidarlo alle associazioni”.

Dunque per il box 10, quello che si affaccia su piazza Merlin, già affaticata dalla ancora non dipanata questione del chiosco, bisogna attendere ancora.

Come abbiano intenzione di rimodulare il bando per renderlo più attrattivo nei confronti dei privati non è dato sapere. “Bisogna creare delle possibilità risponde l’assessore - si tratta di un atto gestionale, ci penserà il dirigente. Evidentemente chi non ha aderito ha visto elementi di fatica. Bisognerà creare le condizioni perché si venga incontro ai privati”.

Sul box 8, invece, dove un tempo c’era un alimentari, il primo ad angolo entrando da via X luglio, è necessario rimuovere il bancone che era dentro i locali affinché l’assegnatario proceda ai lavori per renderlo vivibile e presentabile al pubblico. Intanto il box numero 6 è stato temporaneamente affidato al circolo Arti decorative per la mostra dei presepi.

Senza questi importanti presidi, la piazzetta Annonaria sarebbe una bomboniera vuota.

E il tanto annunciato rilancio, tema caro ai politici in campagna elettorale, diventa materia “da atto gestionale, affidata al dirigente”, una volta presa in mano l’amministrazione del patrimonio della città.

Dopo l’addio alla piazzetta della rappresentante dei commercianti di quest’area chiusa dai portici, c’è molto scoraggiamento tra i commercianti.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, per Ilaria, è stata una dura battaglia con il settore del Patrimonio per eliminare delle infiltrazioni di umidità e muffa che erano anche dannose per la salute della commerciante.

Un altro schiaffo all’amministrazione comunale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • RUNICO

    06 Dicembre 2018 - 00:12

    E il rilancio di Tumbo che con 30.000 euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo doveva far rinascere la Piazzetta ? Che cosa ha prodotto il progetto che con un colpo di magia avrebbe rilanciato il commercio della piazzetta, UN BEL NULLA. Firmato Domenico Russo uno che ama Rovigo.

    Rispondi

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl