you reporter

Commercio

“Basta polemiche ci devastano”

Gli esercenti riuniti in conclave: “Siamo tutti bravi e apriranno presto molte attività. Borella deve finirla”

“Basta polemiche ci devastano”

Appuntamento all’Osteria dei Trani, per un aperitivo di chiarimento. Si tenta così di ricucire la spaccatura del Natale.

Dopo le dichiarazioni di Alberto Borella sulla Rovigo che chiude abbassa le saracinesche, i commercianti del centro storico, quelli che ancora resistono e ce la fanno, hanno sbottato e hanno chiesto al presidente di Confesercenti Vittorio Ceccato di prendere posizione per il bene e l’immagine del commercio rodigino.

“Dove sono queste 70 chiusure che dichiara Alberto Borella - sbotta Roberto Fortunati, titolare di Sartoria Meccanica - in centro stanno aprendo un sacco di negozi, noi lavoriamo bene, anche con gente che arriva da fuori Rovigo, noi operatori del centro siamo stufi di questo continuo auto-bastonamento”.

Fortunati, sottolinea anche che “quest’anno è l’unico ann in cui si lavora bene è una questione di immagine della città, di marketig e chi non lo sa fare, perché vede tutto grigio, è meglio che cambi lavoro”.

Tutto è cominciato da un post del presidente di Confesercenti, che dopo una passeggiata tra le piazze di Rovigo, ha registrato anche lui un boom di presenze, ma anche molte saracinesche abbassate, soprattutto tra i locali. “Vorrei ricordare a tutti i commercianti che si lamentano del fatto che a Rovigo ci sia poca gente in giro per acquisti, che per far sì che i clienti entrino è necessario che trovino il locale aperto”.

Borella ha rincarato la dose, precisando che in centro città a causa di politiche errate, e dell’individualismo dei commercianti, una settantina di negozi sono morti in questi anni.

A questo punto da via X Luglio, a via Angeli, c’è stata una sommossa: proprio nell’anno in cui il Natale sta finalmente funzionando, ci massacriamo?

Così Rita Pizzo presidente dell’associazione Centro Città è intervenuta con una nota che vuole mettere a tacere ogni polemica: “I negozi del centro storico di Rovigo sabato e domenica scorsi erano aperti! Forse 2/3 esercizi erano chiusi (per motivi famigliari o di salute o semplicemente organizzativi ) ma non si fa di ogni erba un fascio. I commercianti del centro rifiutano questi attacchi studiati ad hoc per nuocere al commercio cittadino nel periodo massimo di possibili incassi e comunicano che come ogni anno i negozi sono aperti tutte le domeniche con orario regolare. Abbiamo lavorato tanto per rendere accogliente la città in questo periodo di festa. Siamo stanchi di essere usati per le scaramucce politiche che non ci toccano ma che ci arrecano solo danno”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl