you reporter

Il caso

Barbujani: “Con me la scuola ha resistito”

Bobo attacca: “Barbierato ha promesso il pulmino ma nei fatti non interessa a nessuno”

Barbujani: “Con me la scuola ha resistito”

Qualche giorno di riflessione per capire dove portava il polverone scoppiato attorno al futuro sempre più compromesso della scuola primaria di Baricetta, poi Massimo Barbujani, ex sindaco e attuale consigliere comunale di minoranza ha preso carta e penna per gridare la propria verità. E si toglie quale sassolino, anzi autentici macigni. E parte da un’affermazione del comitato La matita di Teresa: “Se l’amministrazione precedente, attraverso i suoi rappresentanti non perdeva occasione per ribadire pubblicamente l’inevitabile chiusura di Baricetta”. Quindi va subito all’attacco: “In nessuna seduta pubblica, in nessun incontro politico-amministrativo, in nessun documento l’amministrazione da me guidata ha paventato, affermato o supportato la chiusura della scuola".

"Nel corso dei miei mandati, io stesso, in collaborazione con la direzione dell’istituto comprensivo AdriaDue, ho organizzato incontri aperti alla cittadinanza alla presenza del compianto dirigente reggente Luigi De Perini e, successivamente, di Fabiano Paio in veste, quest’ultimo, anche di consigliere comunale con delega all’istruzione - aggiunge - più volte, appoggiato sia da De Perini sia da Paio ho chiesto e ottenuto di incontrarmi con il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale, Andrea Bergamo, per parlare della situazione del plesso e perorare l’importanza della scuola per l’intera comunità di Baricetta. Spiace constatare che attacchi e accuse rivolte al governo delle amministrazioni da me guidate non considerino una grande realtà: in nove anni la scuola è riuscita a sopravvivere nonostante la continua diminuzione delle iscrizioni e le richieste di trasferimento ad altre sedi espresse da alcune famiglie”.

"Per quanto concerne, invece, i continui rimandi al passato espressi dall’attuale sindaco voglio sottolineare che Barbierato evidenzia di aver effettuato, in pochi mesi, quanto non svolto in nove anni sopperendo, così, a suo dire, a gravi mancanze precedenti. Nell’affermare ciò, si riferisce alla promessa di garantire il trasporto alle famiglie residenti a Valliera, Ca’ Emo, Fasana in direzione Baricetta, permettendo così l’iscrizione e la frequenza dei bambini a Baricetta. Ebbene chiedo al sindaco su quali basi ha ritenuto opportuno offrire tale servizio. Tale promessa nasce forse da un’esigenza espressa dall’utenza? A giudicare dal vero e proprio flop della sua proposta, direi sinceramente di no" commenta Bobo.

Il servizio completo nella Voce di lunedì 18 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl