you reporter

Economia

Amazon porta 2.400 posti di lavoro

A Castelguglielmo un magazzino di 189mila metri quadrati, oggi la posa della prima pietra

Amazon porta 2.400 posti di lavoro

Il cantiere è aperto da diversi mesi, visibile dalla Transpolesana che ci passa a fianco. E grossi macchinari al lavoro per tirar su un gigantesco magazzino-deposito che sarà il quartiere generale logistico di Amazon. E dopo i lavori preparatori oggi sarà posata la prima pietra di quello che diventerà un centro di distribuzione che si candida a diventare uno dei poli centrali del rilancio economico del Polesine.

Il megacapannone sorgerà a Castelgugliemo, nella grande area industriale in comune con San Bellino. E proprio oggi i vertici delle due amministrazione comunali saranno in prima fila alla cerimonia della prima pietra.

L’operazione Amazon, in piedi da anni, presenta numeri da capogiro per gli standard economici della provincia di Rovigo, basti pensare che si stima che creerà circa 2.400 posti di lavoro. Senza contare l’indotto che si verrà a produrre. Un polmone occupazionale per l’intero territorio. D’altronde basta dare un’occhiata alle dimensioni del magazzino, che aprirà i battenti fra un anno, esattamente a metà 2020, una piattaforma logistica formata da un magazzino multipiano di 189mila metri quadri distribuiti su quattro livelli. Di questi 137mila utilizzati per lo stoccaggio robotizzato, ed altri 5.500 metri quadrati che saranno adibiti ad uffici e area direzionale. L’edificio sarà dotato di 65 baie di carico, all’esterno ci saranno parcheggi con 832 posti auto e 120 posti camion. Inoltre l’installazione di una serie di pannelli fotovoltaici sulla copertura del fabbricato, in pratica un parco fotovoltaico pensile.

Tornando ai livelli occupazionali si parla di 2.400 occupati, che saranno distribuiti su tre turni di lavoro. Un numero talmente alto di occupati che si calcola che il colosso mondiale dell’E-commerce dovrà fare ricorso a lavoratori provenienti dalle province vicine.

Attualmente a Castelguglielmo sono in corso i lavori di posa delle fondazioni. A realizzare la struttura è una joint venture tra Techbau, general contractor di Verbania a cui fa capo l’attività edile, e la società francese P3 logistic parks, che fa capo al fondo sovrano di Singapore ed è specializzata nello sviluppo e nella gestione di centri logistici. Amazon, infatti, utilizza un modello di esternalizzazione per i suoi centri logistici, la cui costruzione affida a soggetti esterni che li consegnano poi “chiavi in mano”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl