you reporter

Porto Viro

Bullismo e devianze in classe

La terza conferenza ha toccato i temi “”Gioco, scherzo e reato?”

Nella mattinata del 20 marzo, il consolato provinciale della federazione dei Maestri del lavoro d’Italia, ha organizzato, nella sede dell’Enaip di Porto Viro - la terza conferenza del progetto “Scuola lavoro sicurezza” 2019, sul tema “Bullismo e devianze: gioco, scherzo o reato?”.

Dopo gli indirizzi di saluto del dirigente, professor Giovanni Amidei e del console provinciale, dottor Flavio Ambroglini, a relazionare alle tre scolaresche che hanno affollato l’aula magna della scuola, è stato il capitano Gianluigi Carriero, comandante la compagnia carabinieri di Adria, il quale ha affrontato il tema con molta chiarezza, entrandone subito nel nocciolo.

Carriero ha spiegato che “comportamenti spesso assimilabili a scherzi banali e di cattivo gusto, piuttosto che a giochi gradevoli solo ai soggetti che li mettono in opera, finiscono per dimostrare a stretto giro la loro pericolosità nei confronti dei soggetti deboli e facilmente emarginabili dal branco, diventando fonte di sofferenze e frustrazioni che non di rado possono portare questi ultimi a mettere in atto gesti estremi” afferma l’esponente dell’arma.

Il capitano Carriero ha spiegato in maniera approfondita i risvolti giuridici in capo a chi, direttamente o nei panni di amorfo spettatore, partecipi ad atti di bullismo, con conseguenze che possono precludere in futuro a chi li compia, un normale inserimento nella società in generale, e nel mondo del lavoro in particolare.

Sulla "Voce" di domenica 24 marzo l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl