you reporter

Un giorno con

Giulia, tra Arma e famiglia

La ragazza di Concadirame ha perso il padre carabiniere due anni fa, in modo improvviso. Ora si prende cura di mamma, sorella e nipote e sta vicino ai figli dei militari scomparsi.

Giulia, tra Arma e famiglia

Nella giornata di Giulia non leggerete una moltitudine d’impegni o progetti innovativi. Nella sua giornata troviamo la sua storia di vita fatta di fragilità e debolezze ma anche di resilienza e punti di riferimento in grado di essere vere presenze.

"Ci tengo alla famiglia perché rappresenta tutto nella mia vita, un pilastro. Durante i momenti di difficoltà, ci siamo strette e fatte sempre forza. Mia mamma e mia sorella sono state fondamentali quando, due anni e mezzo fa. è venuto a mancare in maniera improvvisa mio padre", racconta Giulia.

E ancora: "Anche se nell’ultimo periodo non avevo un forte rapporto con lui, ha rappresentato parte della mia storia. Mio padre era un brigadiere dell’Arma dei carabinieri. Da piccola ricordo che quando tornava a casa si toglieva la divisa ed era semplicemente lui senza nessun grado con la capacità di distinguere casa da lavoro mantenendo sempre la riservatezza".

"Due anni fa - aggiunge - sono venuta a conoscenza e ho potuto toccare con mano l’Opera nazionale assistenza orfani militari arma dei carabinieri. Da quando ho conosciuto questo ente, mi sono avvicinata a loro trovando aiuto concreto e relazionale nell'affrontare la mia quotidianità e soprattutto la mia vita".

"In questo periodo dedico i pomeriggi a mia nipote, mi fa piacere dare una mano ed essere d’aiuto. Mia sorella  costretta a stare in casa al momento, così accompagno mia nipote alle varie attività sportive del pomeriggio seguendola nelle sue passioni e nella sua crescita. Cerco di rassicurarla sullo stato di salute della mamma, non facendole mai mancare nulla. In famiglia mi definiscono un taxi vagante”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola domenica 24 marzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • memoria

    29 Marzo 2019 - 23:11

    Poi c'è chi sa chi sei veramente...

    Rispondi

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl