you reporter

Piazza Merlin

Il chiosco arriva a quota trecento

L’ex bar è abusivo da ormai dieci mesi: nessuna soluzione all’orizzonte.

Il chiosco arriva a quota trecento

C’era una volta un bar. E’ rimasto soltanto un buco nero, nel cuore della città. Sono passati trecento giorni da quando è scaduta la concessione ventennale per l’occupazione del suolo pubblico in capo al chiosco di piazza Merlin. 

Dieci mesi esatti da quando la struttura, proprio di fronte a porta San Bortolo, è diventata abusiva. Trecento giorni durante i quali nessuno è riuscito a trovare una soluzione, che non fosse quella di ordinarne la demolizione.

Nessun progetto per il rilancio di un’attività, che faceva anche da presidio del territorio: da quando il bar non c’è più la piazza è diventata più buia, più spenta, meno controllata. E un po’ più pericolosa, come testimonia chi lì attorno ci vive e ci lavora: furti, danni alle auto, piccolo spaccio. Attorno alla fontana non manca proprio niente.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl