you reporter

La questione veneta

“Perché dobbiamo salvare Roma?”

Da Re: "Costa più di Quota 100, è assurdo. Autonomia subito o cade il governo. E i Cinque Stelle contrari se la dovranno mangiare...”

“Perché dobbiamo salvare Roma?”

No: non è un ritorno al “caro vecchio Roma ladrona”. Ma di certo alla Lega, quella veneta, dura e pura, il salvataggio a colpi di miliardi di euro dei conti della capitale, che intanto continua a spendere e spandere come nulla fosse, proprio non va giù. Al punto di rilanciare il tema dell’autonomia, ad ogni costo.

“Ma guardi che l’autonomia non è mai uscita dall’agenda politica, né del nostro partito né del governo”, puntualizza Toni Da Re, leader del Carroccio veneto.

“State tranquilli: l’autonomia del Veneto si fa, e si fa in fretta - aggiunge - si tratta soltanto di sistemare le ultime cose. Prima delle elezioni europee sarà tutto definito”. Altrimenti? “L’autonomia del Veneto è uno dei punti del contratto di governo. Se salta l’autonomia, salta il governo: è automatico. Insomma, i Cinque Stelle se la dovranno mangiare”.

E sui 12 miliardi per coprire i debiti a Roma, che in tutta risposta annuncia altre 1.300 assunzioni, è netto: “Milletrecento persone? E per fare che cosa? La campagna di Russia? Dopo anni di inefficienza e sprechi senza alcun controllo, Roma pensa di spalmare i costi su tutti quanti? Non funziona così: salvare Roma costa più di Quota 100 e del reddito di cittadinanza, non è proprio possibile”.

L'intervista completa sulla Voce in edicola mercoledì 17 aprile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl