you reporter

POLITICA

"Rovigo mi chiama: non potevo dire no"

Elena Perini si dimette da presidente del consiglio a Solesino per candidarsi nel capoluogo con la lista di Fratelli d'Italia

"Rovigo mi chiama: non potevo dire no"

"E' con grande dispiacere, ma con pari consapevolezza e convinzione, che vi devo annunciare una decisione che non è stato facile maturare, ma che reputo giusta: lasciare il mio incarico in questo consiglio comunale, all'interno del quale abbiamo lavorato con convinzione e passione, per presentarmi alle prossime elezioni a Rovigo". Sono le parole che la consigliera di Solesino, Elena Perini, avvocato di Rovigo, rivolge al consiglio comunale per spiegare le sue dimissioni.

"Lo faccio ritenendo che la mia città, Rovigo, orfana di una amministrazione, alla quale è stato posto termine in maniera traumatica, abbia bisogno al più presto di stabilità e certezze. Credo che la mia città abbia bisogno di una politica sana e trasparente e che, nel mio piccolo, abbia bisogno anche di me. Così, quando mi è stato proposto di partecipare alle prossime elezioni amministrative, pur con tutto il dispiacere che deriva dal dovere abbandonare una assemblea che mi ha dato tanto e dalla quale ho imparato tanto, ho capito che non potevo tirarmi indietro. Ho scelto Fratelli d'Italia senza esitazioni, perché ritengo offra candidati e programmi credibili, in piena sintonia con le mie idee e soprattutto la mia idea di politica per il bene di una città. Non posso che salutarvi e ringraziarvi per tutto quello che, in questi anni, avete fatto con me e per quello che mi avete insegnato".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl