you reporter

Cavarzere

"I 12 posti solo in cittadella"

Ospedale di comunità, l’amministrazione comunale pensa all’Ipab “Danielato”

 "I 12 posti solo in cittadella"

Continua la polemica riguardante la volontà della maggioranza di Cavarzere.

L’amministrazione comunale vuole ottenere i 12 posti dell’ospedale di comunità, da collocare in cittadella socio-sanitaria o all’Ipab “Andrea Danielato”.

Il consigliere di minoranza Pierfrancesco Munari commenta: “Credo che ciò che è stato proposto dalla maggioranza sia fuori da ogni logica. Stiamo parlando di due strutture con due utilità diverse, che per questo non possono essere uguali nel pretendere questi posti dell'ospedale di comunità”.

L’esponente del Carroccio sottolinea: “Sono del parere che cambiare troppe volte idea non faccia bene alle nostre strutture. Se si era deciso di optare per la cittadella, infatti, sarebbe giusto mantenere quel percorso, non solo per i posti, ma per tutta la struttura che grazie agli stessi riuscirebbe in questo modo a potenziarsi e fare il possibile per essere appetibile anche ad un privato, che avrebbe una struttura all'avanguardia. Mi sono rifiutato di votare la mozione presentata da Tasso e Baracco in consiglio comunale la scorsa settimana, perché questa mozione non è mai stata condivisa con nessuno e presentata solo all’ultimo secondo dai diretti interessati”.

“Tra l’altro - aggiunge Munari - si va quasi a denigrare il lavoro della Regione e penso che questa non sia proprio una mossa geniale per far approvare i posti dell'ospedale di comunità “. 

Prosegue il consigliere d’opposizione: “Insomma, una serie di situazioni che veramente non avrei mai pensato di trovarmi a discutere - s’interroga Munari - la maggioranza si presenta in consiglio comunale con un documento non condiviso da noi e pretende che venga votato all'unanimità? In aggiunta il sindaco Tommasi specifica che potremo aggiustarlo in qualche maniera nell’arco di pochi minuti. Siamo all’assurdo, quel documento sarebbe stato da cambiare totalmente”.

Munari conclude così il suo intervento: “La mia posizione rimane sempre la stessa. Dobbiamo dare importanza alla cittadella socio-sanitaria, per cui i 12 posti devono essere inseriti lì e non all’Ipab ‘Danielato’. Questo perché la volontà di mantenere la cittadella a Cavarzere deve essere forte e condivisa da tutti.

Sulla "Voce" di mercoledì 24 aprile l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl