you reporter

Taglio di Po

Rassegna corale da applausi

Applausi scroscianti nel Delta del Po

Un’intensa due giorni all’insegna della musica e dell’amicizia.

E’ stato questo, essenzialmente, la Rassegna Corale Tagliolese, uno degli appuntamenti più attesi nella cittadina bassopolesana, organizzata dal coro Voci del Delta e che come ospiti ha avuto il coro maschile Cjastelir di Tomba di Mereto-Udine e quello misto Sancta Maria in Viminatu di Patrignone-Ascoli Piceno. La serata è iniziata sulle dolci note de “Il Delta canta”. Il repertorio, eseguito sotto la direzione del maestro Marco Ruzza, ha regalato brividi, emozioni e commozione.

E’ stata poi la volta del coro friulano Cjastelir che, presentato da Ezio Pegorari e diretto dal maestro Maurizio Del Giudice, ha eseguito canti intrisi di senso patriottico, di amore e risuonanti del valore degli alpini morti nelle battaglie di Adua e dell’Ortigara.

Ultimo in ordine di tempo, il coro misto marchigiano Sancta Maria in Viminatu, che ha portato sul palco una ventata di giovinezza, data l’età dei suoi numerosi componenti. Presentato da Cinzia Marconi e diretto dal maestro Marco Fazi, ha interpretato canti di ispirazione popolare, di grande intensità poetica e di forte impatto emotivo: Porta Calavena, Dormono le rose, W l’amor, Nokinà, Fiabe, Joska, Capinera, La Teresina, risultati particolarmente apprezzati in quanto quasi tutti del noto autore vicentino Bepi De Marzi e pertanto cantati in lingua veneta.

La rassegna si è chiusa con una struggente interpretazione di Signore delle cime, cantata insieme dai tre cori.

Disinvolta e garbata la conduzione della serata, affidata a Roberto Marangoni, che ha chiamato sul palco i direttori e i presidenti dei cori, il sindaco di Taglio di Po Francesco Siviero, l’assessore alla cultura Veronica Pasetto e il consigliere delegato di Patrignone Giovanna Angelici per lo scambio reciproco di doni e per un breve intervento. Siviero, complimentandosi, ha sottolineato il valore non solo musicale della rassegna, ma anche della stessa “come occasione per costruire e condividere amicizie durature per la crescita di splendide realtà come questa”.

L’assessore Pasetto si è associata ai complimenti indirizzati ai cori “che con i loro canti ci hanno trasmesso gioia ed emozioni”.

Sulla "Voce" di mercoledì 8 maggio l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl