you reporter

Porto Viro

Vita autonoma “oltre la disabilità”

Un corso per parlare di futuro. L’assessore Tessarin: “Vogliamo dare delle risposte concrete e utili ai nostri ragazzi”

Vita autonoma “oltre la disabilità”

Sarà dedicato ai servizi della Regione Veneto e alle modalità per vedersi riconosciuti i propri diritti, il terzo incontro del ciclo “Oltre la disabilità”, rivolto a persone con disabilità e ai loro famigliari, per fare il punto sulle ultime novità di legge, sui progetti e sui servizi di cui si può fruire.

Il prossimo appuntamento è a Porto Viro, il 18 maggio, dalle 10 alle 12 nella sala civica ex Macello, in via Navi Romane. Condotto da un docente di qualità come Giancarlo Sanavio, direttore della Fondazione 3F, l'incontro approfondirà, appunto, l’organizzazione dei servizi nella Regione Veneto, le modalità di accreditamento e il riconoscimento dei diritti che spettano a chi ha un bisogno.

Sanavio ripeterà poi l'incontro a Castelmassa, il 24 maggio, dalle dalle 17.30 alle 19.30 alla Casa delle associazioni Avis, in piazza Garibaldi, 4, e a Rovigo, nello stesso giorno dalle 21 alle 23 nella sede del Centro servizi volontariato, in viale Tre Martiri, 67/F.

Il quarto e ultimo appuntamento del ciclo, come sempre proposto in tre diversi comuni, avrà come focus il futuro delle persone con disabilità, illustrando com’è possibile conquistare una vita autonoma, essere tutelati nei propri diritti e nel proprio patrimonio, realizzare un progetto di vita e di lavoro. A Castelmassa e Rovigo sarà il 24 maggio, mentre a Porto Viro si svolgerà l'8 giugno.

Il corso è parte dell’ampia coprogettazione del Csv, che coinvolge cinque associazioni in tutto il territorio in una serie di azioni a favore delle persone disabili. Vi partecipano l'Aitsam, l'associazione Comete, l'associazione Down Dadi, Parkinson Rovigo e Pianeta Handicap. E' una delle 4 coprogettazioni avviate dal Csv con il coinvolgimento di 16 associazioni di volontariato.

“Viviamo in un territorio difficile, una terra fragile con un equilibrio delicato, ma allo stesso tempo siamo convinti che sia un territorio di inestimabile ricchezza caratterizzato da risorse che certamente non vengono sfruttate e valorizzate adeguatamente - le parole dell’assessore Tessarin - il comune di Porto Viro, da molti anni è impegnato a favorire le politiche giovanili, questo assessorato ogni giorno si prefigge di creare un ponte di dialogo e confronto con i nostri giovani, cercando di migliorare i servizi dedicati a loro e tentando di calarsi il più possibile in quella che è la loro realtà fatta di sogni, speranze, fiducia e prospettive, ma anche, purtroppo, di difficoltà, smarrimento e delusioni”.

“Attraverso questo incontro intendiamo dare ai giovani risposte concrete e immediate che possano essere utili ma soprattutto che riescano a generare in loro la motivazione e l’entusiasmo necessari per la costruzione di un futuro gratificante - conclude Tessarin - prospettive educative per il territorio, competenze trasversali ed imprenditorialità saranno i temi trattati nell’incontro di Porto Viro che è rivolto principalmente a studenti, genitori, insegnanti e cittadini interessati all’argomento”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl