you reporter

Lendinara

Danni al monumento, responsabile beccato

E’ un giovane che ha colpito la targa accidentalmente

Danni al monumento, responsabile beccato

E’ stato individuato il responsabile del danneggiamento al monumento alla Resistenza in Piazza San Marco a Lendinara. L’episodio era successo nei giorni precedenti il 25 Aprile e questo aveva creato polemiche. Infatti, la targa che ne ricorda la motivazione era stata divelta da qualcuno durante la notte. Sembrava potesse essere un gesto fatto da chi voleva colpire un simbolo. Erano quindi partite le indagini da parte dei carabinieri, che sono arrivati a scoprire il responsabile. Si è scoperto peraltro che si è trattato di un gesto accidentale. Pare infatti che la targa sia stata colpita e staccata in maniera accidentale da un giovane, minorenne, che stava giocando con un pallone nei pressi del monumento. Il ragazzino sarà ascoltato dai carabinieri, ma anche dal sindaco di Lendinara Luigi Viaro.

“Ringrazio le forze dell’ordine che, con le indagini, sono riuscite ad individuare il colpevole della scomparsa della targa al monumento del Fucilato, anche se sono amareggiato dal fatto che il ragazzo ha lasciato che qualcun altro si prendesse la colpa del gesto”: così Marco Dabbizzi, coordinatore locale per Fratelli d’Italia, che commenta la vicenda. “Per fortuna oggi è uscita la verità e il gesto è stato etichettato come accidentale - spiega - ma mi rammarico di chi mi ha accusato senza le debite verifiche, arrivando a spingere la campagna elettorale su bassi toni di attacco personale, e non sulla discussione dei programmi, addirittura portando il Pd a parlare di un rigurgito di odio, di nazionalismo estremo e di conflitto sociale”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl