you reporter

TAGLIO DI PO

Un concorso per i 50 anni dell’Avis

Alla scuola è stata donata una litografia numerata, opera dell’artista Luciano. La bella iniziativa ha coinvolto gli alunni della primaria. Sabato scorso le premiazioni

Un concorso per i 50 anni dell’Avis

L’Avis di Taglio di Po celebra 50 anni dalla sua fondazione e ha iniziato le attività per i suoi festeggiamenti, coinvolgendo gli alunni del comprensivo Maestri.

A febbraio sono stati coinvolti tutti gli alunni delle quinte con l’illustrazione di una specifica storia per spiegare il valore e l’importanza del dono del sangue, mentre a maggio si è concluso il concorso Avis destinato ai bimbi della scuola primaria di Taglio di Po, avviatosi a inizio anno e che prevedeva la predisposizione di un elaborato grafico da parte di alcuni bambini, o gruppi di bambini o di un’intera classe.

Grazie all’impegno del dirigente scolastico Romano Veronese e alla disponibilità delle insegnanti coinvolte, guidate dalla responsabile Caterina Ferro, hanno partecipato al concorso circa 80 bambini. Nell’aula magna della sede scolastica sabato 11 maggio sono stati premiati i lavori più meritevoli, giudicati da una commissione che tra i suoi componenti annoverava anche il consigliere Avis Morgan Guerzoni. Presente alla premiazione l’assessore Veronica Pasetto.

I premiati sono stati: Andrej Girotti per la profondità del messaggio attinente al tema e, più in generale, al valore del dono; la classe VA per l’efficacia del messaggio e la multidisciplinarità dell’elaborato; Filippo Fregnan/Sofia Pozzato/Omnia Hanki/Emanuele Pozzati per l’efficacia e l’immediatezza del messaggio. Una menzione speciale Leonardo Motta per l’originalità e l’efficacia dello slogan, Anita Baratella per il nuovo significato attribuito all’acronimo Avis, la classe Iva per la complessità della tecnica impiegata posta a servizio dell’importante messaggio veicolato. I lavori saranno esposti al piano terra del Municipio di Taglio di Po per l’intero mese di giugno.

Il presidente Avis Martino Ponzetto ha ringraziato gli insegnanti che hanno collaborato con l’associazione e si è complimentato con i bambini. Inoltre ha spiegato al pubblico che “il sangue non si può fabbricare e comprare al supermercato, ma soltanto dato da un essere umano ad un altro essere umano e l’Avis sostiene il dono del sangue gratuito e anonimo. I donatori di sangue sono super eroi dall’identità segreta che fanno tanto bene al prossimo”. Il premio offerto da Avis per il concorso consiste in una donazione a favore della scuola per l’acquisto di materiale scolastico destinato alle classi partecipanti all’evento. Alla scuola è stata anche donata una litografia numerata, opera dell’artista Luciano Scarpante, che ricorda i 50 anni di Avis. Il presidente Ponzetto ha ricordato che il 23 maggio alle 21 si svolgerà nella sala conferenze di Taglio di Po la presentazione della ricerca condotta dalla Fondazione Tes sul tema “Il Potere del Gel piastrinico nella ricostruzione della cartilagine danneggiata nello sportivo e non”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl