you reporter

comune

Primo giorno a Palazzo Nodari

Edoardo Gaffeo: “Venerdì la giunta. In queste ore sto studiando i dossier del commissario”

Primo giorno a Palazzo Nodari

Di fatto ha già preso possesso del suo ufficio ma l’insediamento ufficiale si svolgerà solo domani mattina con il passaggio di consegne da parte del subcommissario Antonello Roccoberton. Il nuovo sindaco di Rovigo, il professore universitario Edoardo Gaffeo, alla sua prima esperienza amministrativa, ha cominciato questa mattina ad entrare nei meccanismi della macchina comunale ed ha passato il pomeriggio libero da impegni istituzionali per, lo ha detto lui, studiare i dossier che il commissario prefettizio Nicola Izzo, gli ha lasciato sul tavolo. E alla domanda: “Di cosa parlano i dossier”, risponde con il sorriso: “Lo sanno tutti, ci sono tutti i principali temi del Comune di Rovigo. Questioni che già conoscevo – come la vicenda delle piscine, la vicenda del bando periferie per il recupero dell’ex ospedale Maddalena, l’ex scalo merci ed altro – ma che ora ho la possibilità di affrontare nel dettaglio”.

Il sindaco conferma ancora una volta la sua giunta che sarà composta da sette assessori: Roberto Tovo, ex presidente del Cur, Giuseppe Favaretto, direttore sportivo della società Rugby Rovigo e direttore multiutility Veritas, Mirella Zambello, docente all’università di Padova e presidente dell’ordine degli assistenti sociali del Veneto, Dina Merlo, insegnante ed esperta di agraria, Erika Alberghini, insegnante specializzata in management culturale e museale, Andrea Pavanello, commercialista, e Luisa Cattozzo, responsabile ufficio Gis e sistema territoriale informativo della Provincia.

“Confermo i nomi e venerdì farò partire l’iter per la nomina della giunta - ha detto ieri mattina il sindaco - Lunedì, poi, la presentazione ufficiale. Stiamo ancora ragionando sul vicesindaco e sulle deleghe”. Per quanto riguarda il consiglio comunale sembra che la nuova amministrazione stia valutando l’ipotesi di affidare il ruolo di vicepresidente del consiglio alla minoranza, così com’era sempre stato prima delle ultime due amministrazioni passate da Palazzo Nodari. Il primo consiglio comunale è comunque previsto entro la fine del mese.

In campagna elettorale, alla domanda, quale sarà la prima cosa che farà da sindaco, Edoardo Gaffeo aveva risposto di voler appendere fuori dal municipio lo striscione giallo con la scritta “Verità per Giulio Regeni” ed ha tutta l’intenzione di rispettare la promessa fatta. “Lo striscione è già pronto e nelle prossime ore lo faremo scendere da Palazzo Nodari”, ha detto Edoardo Gaffeo. Tra le novità già introdotte da questa amministrazione in discontinuità con la precedente, l’assenza di un portavoce del sindaco: “Ci sono già tante persone in comune che lavorano per me, per tutti noi, per la città. Non ho bisogno di pagare un portavoce”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl