you reporter

Arquà Polesine

Palio dei Ochi, paese in festa

Sono stati tre giorni speciali nel segno della tradizione. Antichi mestieri e rievocazione storica. Ha trionfato la Contrada dei Lanaroi

Si è concluso, domenica, il tradizionale e atteso Palio dei Ochi che si è svolto nel comune di Arquà Polesine dal venerdì a domenica appunto. Nella prima giornata si è concretizzato il progetto iniziato ad aprile che ha coinvolto le scuole materne, elementari e medie, in collaborazione con le quattro contrade. Alcuni Mastri hanno insegnato ai ragazzi gli antichi mestieri che poi hanno portato in scena venerdì insieme ad uno spettacolo di fuoco, fiamme e scintille, ma senza botti, organizzato dalla ditta Martarello.

Nella giornata di sabato, invece, con la regia di Mirco Pasquin, si è svolta una suggestiva rievocazione storica ambientata al termine della Guerra del Sale con compagnie provenienti da Brescia, Vicenza, Bologna e Lendinara con in conclusione il sempre affascinante incendio alla Torre conclusa con spettacolo pirotecnico finale. Nell’ultima giornata di domenica, al pomeriggio si sono svolti i giochi tra le contrade con protagonisti bambini e genitori i cui punti guadagnati si andavano a sommare con quelli racimolati alla gara dei tortellini tra le 4 contrade.

Alla sera, in molti non hanno voluto perdersi le esibizioni del duo Blis proveniente dalla Toscana o dei musici Taridell di Occhiobello che hanno accompagnato i duelli tra le compagnie assieme agli sbandieratori di Arquà.

A chiudere l’immancabile corsa “dei Ochi” che ha visto primeggiare la Contrada dei Lanaroi. A mettere la parole fine alla bellissima festa, uno spettacolo piromusicale di alto livello. “Ci tengo a ringraziare gli oltre 100 volontari presenti - afferma il presidente Mauro Rossi - si tratta di un vero e proprio record di partecipazione, cosi come da record è stata anche la partecipazione del pubblico presente. Un ringraziamento doveroso va anche all’amministrazione comunale che ci ha sempre supportato”.

Da segnalare anche la presenza di 25 camperisti provenienti da tutto lo stivale per un raduno nazionale pubblicizzato anche grazie alla pubblicazione del Palio su due riviste specializzate del settore: Plein Air e Melaverde.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl