Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Una ragazza è stata multata dai vigili urbani perché aveva comprato in spiaggia, da un abusivo, un asciugamano da pochi euro. Cosa ne pensare?
  • E' giusto. Comprare dagli abusivi non fa altri che aumentarne il numero
    20%
  • Le spiagge a volte sembrano dei mercati abusivi. E' giusto intervenire con qualsiasi mezzo.
    48,8%
  • E' sbagliato comprare dagli abusivi, ma multare chi compra mi sembra eccessivo
    8,1%
  • Che senso ha multare chi compra e non chi vende?
    9,4%
  • Ma questi sono i veri problemi?
    11,3%
  • Gli abusivi non fanno certamente concorrenza ai negozi.
    2,5%
LE PIÚ LETTE


Delta

Colpita (dalla bufera) e affondata nel porto

Una motovedetta della Guardia di Finanza è colata a picco a Porto Levante, come molte altre imbarcazioni. Ieri mattina è stata ripescata e presto tornerà in servizio. Fiamme Gialle impegnate a terra e in mare.

venerdì 11 agosto 2017 23:00

La motovedetta della Finanza ripescata a Porto Levante
La motovedetta della Finanza ripescata a Porto Levante

Un avamposto nel bel mezzo della bufera. Ecco come si sono sentiti giovedì pomeriggio i militari delle Fiamme Gialle della tenenza di Porto Levante. Neppure loro sono usciti indenni dalla violentissima tromba d'aria che ha spazzato le spiagge polesane con raffiche di vento di oltre 150 chilometri orari.

La pioggia e le grosse onde, infatti, hanno affondato una motovedetta ormeggiata nel porto. La stessa sorte, del resto, è toccata a molte altre imbarcazioni ancorate non solo nel porto turistico ma anche nella darsena di Donà. Il bollettino dei danni riportati parla di 20 imbarcazioni colpite dalla bufera, di cui i vigili del fuoco hanno rimesso insieme i pezzi durante gli interventi sia di giovedì pomeriggio, sia di ieri mattina.

Anche la motovedetta della Finanza, lunga circa 7 metri, è stata ripescata e presto tornerà in servizio. L'imbarcazione fuori uso non ha impedito agli uomini della Guardia di Finanza di attivarsi per liberare la strada ai mezzi di soccorso. Il paese, infatti, era completamente isolato.

Per liberare la strada provinciale 64, sbarrata da un traliccio del telefono, è stato necessario l'intervento di quattro finanzieri, che lo hanno spostato a braccia. In via Po Vecchio, invece, il grosso albero catapultato sulla sponda sinistra del Collettore padano ha richiesto l'utilizzo di un trattore, preso in prestito da un'azienda agricola poco distante.

Due operazioni piuttosto impegnative ma necessarie per garantire l'accesso in paese sia ai cittadini che, saputo della bufera si sono precipitati a casa per vedere se la loro abitazione era ancora in piedi, sia ai mezzi di soccorso: ambulanze e camionette dei vigili del fuoco. E se gli interventi di terra hanno messo a dura prova i militari delle Fiamme Gialle, le emergenze in mare non sono state da meno. Sulle acque del Po di Levante e nel tratto di mare davanti al porto, galleggiavano infatti container di grandi dimensioni.

Una presenza pericolosa per le imbarcazioni, costrette a fare slalom tra le grosse "scatole" alla deriva e i rottami delle barche danneggiate, che i finanzieri hanno provveduto a rimuovere. "La situazione era davvero pesante - racconta il luogotenente Laganà - ma i ragazzi sono stati bravi, dimostrando che quando siamo in 'trincea' riusciamo a dare il meglio".

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito