Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
In ottobre si voterà per il referendum sull'autonomia del Veneto. Cosa ne pensate?
  • Giusto partecipare per fare sentire la propria voce-
    49%
  • Bene, anche se purtroppo alla fine cambierà poco...
    4,9%
  • L'autonomia non basta, serve l'indipendenza dall'Italia
    3,7%
  • Quei soldi si potevano spendere meglio
    7,4%
  • Ma quale autonomia...
    35%
LE PIÚ LETTE

Decine di alberi crollati. "Albarella è stata rasa al suolo"

venerdì 11 agosto 2017 10:35

"Albarella non esiste più, è stata rasa al suolo". E' drammatico, il racconto di chi, durante il tornado di giovedì 10 agosto, era sull'isola privata nel territorio di Rosolina Mare. L'isola così come la conoscevamo non esiste più: gli alberi che la caratterizzavano sono quasi tutti caduti. Sradicati dalla forza del vento. Per tutta la notte, molte parti dell'isola sono risultate irraggiungibili, a causa delle strade interrotte da grossi tronchi. Spazzati via anche molti locali, a partire dai chioschi sulla spiaggia, e per proseguire con il Teatro Tenda e con alcuni ristoranti.

Senza contare i danni ai privati: allagamenti, case danneggiate, tetti scoperchiati. E poi tante, tantissime, auto schiacciate sotto il peso di rami e alberi. Un disastro.

E non va certo meglio al resto del Delta. A Porto Viro piazza della Repubblica è stravolta. Gli enormi alberi di fronte al municipio sono crollati, sollevando completamente porfidi e marciapiedi tutto attorno. Anche qui, diverse automobili sono state schiacciate. Interrotta per ore la strada per Loreo a causa della caduta di un albero. Il vento ha piegato persino un traliccio dell'alta tensione, generando un lungo black out.

A Taglio di Po, ad avere la peggio è stato il PalaVigor. Il palazzetto dello sport del paese è stato scoperchiato dalla furia del vento, e i detriti sono andati a schiantarsi contro la vicina scuola media Maestri, danneggiandola. A Piano di Rivà, frazione di Ariano, scoperchiata la chiesa parrocchiale.

Pesanti disagi anche per la viabilità: la Provinciale 46 Taglio di Po-Corbola e la Taglio di Po-Rivà sono ancora interrotte, 20 ore dopo la tromba d'aria, per la presenza di cavi elettrici e tralicci divelti sulla strada. Molte famiglie della zona sono ancora senza elettricità.

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito