Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
LA TUA OPINIONE
Per il Parco del Delta sono in arrivo due settimane decisive, con la legge di riforma che è approdata alla Camera. Come vedete il futuro del nostro Parco?
  • Un Parco unico insieme con l'Emilia Romagna
    10,3%
  • Un Parco regionale autonomo e vicino al territorio e alle sue esigenze
    36,2%
  • Un Parco nazionale, perché così arrivano i finanziamenti dello Stato
    13,8%
  • Non vedo un futuro per il Parco del Delta, entità che il territorio non ha mai gradito
    29,3%
  • Qualsiasi cosa, a patto che si riesca finalmente a fare turismo nel nostro Delta
    10,3%
LE PIÚ LETTE


Medio-Alto-Polesine

I profughi dell'Hotel Lory trasferiti in due appartamenti a Ficarolo

Il sindaco di Ficarolo, Pigaiani, ha annunciato in consiglio che i 14 richiedenti asilo ospitati all'Hotel Lory saranno trasferiti in due appartamenti gestiti dalla casa di riposo San Salvatore.

sabato 17 dicembre 2016 13:17

L'Hotel Lory di Ficarolo
L'Hotel Lory di Ficarolo

I profughi cambiano casa. Dopo le proteste iniziali per l'arrivo dei richiedenti asilo nel comune di Ficarolo, con tanto di requisizione di un albergo da parte del prefetto di Rovigo Enrico Caterino, gli attuali 14 richiedenti asilo che dallo scorso 15 novembre alloggiano nell'hotel Lory, la prossima settimana verranno trasferiti in due appartamenti, a pochi passi dal centro cittadino e gestiti direttamente dalla casa di riposo Fondazione San Salvatore.

A dare l'annuncio è stato il sindaco Fabiano Pigaiani nel corso del consiglio comunale di giovedì sera. "L'amministrazione comunale, in sinergia con la minoranza consiliare e la stessa Fondazione, ha ottenuto un grande risultato di cui vado orgoglioso - afferma il primo cittadino - sono stati mesi di intenso lavoro ma possiamo dire che la vicenda profughi si sia conclusa positivamente e, pare, in modo definitivo. Il 21 dicembre inaugureremo la nuova lavanderia della Fondazione, altro successo raggiunto, e nei giorni successivi i 14 richiedenti asilo verranno trasferiti negli appartamenti posti proprio sopra la stireria. Sono i locali di via Ermanno Giglioli che i defunti coniugi Mariuccia e Tranquillo Ravagnani hanno devoluto alla San Salvatore - conclude il sindaco - la quale si occuperà di fornire tutti i servizi necessari".

Niente cooperativa, quindi, ma i fatidici 38 euro rimarrebbero sul territorio, addirittura nelle casse della locale casa di riposo.

Il servizio completo in edicola nella Voce di sabato 17 dicembre

Powered by:
Editoriale la Voce Soc. Coop. | Direttore responsabile: Pier Francesco Bellini | Piazza Garibaldi, 17 - 45100 Rovigo | Telefono 0425 200 282 - Fax 0425 422584
Copyright 2015 © | Tutti i diritti riservati. | Impresa beneficiaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche e integrazioni.

Testata registrata "La Voce Nuova" Registrazione del Tribunale di Rovigo n. 11/2000 del 09/08/2000 | C.F. e P.Iva 01463600294

Per la tua pubblicità su questo sito